La Ferrari 750 Monza del 1954 vince il Peninsula Classics Best of the Best 2020

La Ferrari 750 Monza del 1954 vince il Peninsula Classics.
Ferrari 750 Monza
Ferrari 750 Monza

The Peninsula Hotels, il cui marchio alberghiero internazionale ha incarnato prestigio e lusso per quasi un secolo, ha annunciato oggi il vincitore del suo sesto salone annuale di auto d’ epoca , il premio Peninsula Classics Best of the Best 2020. L’auto vincitrice, la Ferrari 750 Monza del 1954 con La carrozzeria Scaglietti è stata premiata tanto per la sua impressionante storia nelle corse quanto per il suo rigoroso restauro. È diventata idonea a competere per il premio Best of the Best dopo aver vinto il premio Best of Show al Palm Beach Cavallino Classic 2020.

Ferrari 750 Monza del 1954 ha vinto il premio Peninsula Classics Best of the Best 2020

Il premio Best of the Best è stato co-fondato nel 2015 dall’onorevole Sir Michael Kadoorie, Presidente di Hongkong and Shanghai Hotels, Limited (proprietario e gestore di The Peninsula Hotels), insieme a William E. (Chip) Connor, Bruce Meyer e Christian Philippsen. Il premio celebra la meccanica di precisione e il design di auto d’epoca realizzate da costruttori di fama internazionale, scelti da un ristrettissimo elenco dei vincitori più esclusivi del concorso. Il premio di quest’anno prevedeva un elenco ridotto di candidati a causa della cancellazione o del rinvio dei concorsi per partner nel 2020 a seguito di COVID-19.

La Ferrari 750 Monza del 1954 è stata scelta da una selezione di quattro vetture candidate realizzate da case automobilistiche provenienti da Italia, Germania e Stati Uniti, tra cui una Porsche 917 KH Coupé del 1969 con carrozzeria di fabbrica che ha vinto il premio Best of Show all’Hampton Court Palace 2020 Concours d ‘Elegance, un’Alfa Romeo 8C 2300 Monza Spider del 1931 con carrozzeria Zagato che ha vinto il premio Best of Show al Salon Privé 2020 e una Duesenberg Model J Town Limousine del 1929 con carrozzeria Murphy che ha vinto il premio Best of Show all’Amelia Island Concours ‘Eleganza 2020.

L’auto vincitrice è stata scelta dalla stimata giuria Best of the Best che comprendeva, tra gli altri, i designer Gordon Murray (ex designer di Formula 1 per Brabham e McLaren) e Anne Asensio (Vice President of Design Experience di Dassault Systems), oltre a gli appassionati di auto d’epoca Laurence Graff e Jay Leno.

“I nostri giudici hanno avuto difficoltà a selezionare un’auto vincente quest’anno. Le nostre procedure di valutazione dovevano essere eseguite a distanza e, sfortunatamente, il principale evento di premiazione è stato annullato con l’allontanamento sociale e le misure di sicurezza come priorità assoluta “, ha affermato l’onorevole Sir Michael Kadoorie. “Con una collezione così prestigiosa di vetture candidate, la scelta del vincitore è stata particolarmente difficile. Tuttavia, è sempre un grande piacere mostrare i notevoli risultati dell’industria automobilistica e creare una piccola scintilla di gioia nelle difficili condizioni odierne. Questi veicoli da collezione sono una testimonianza duratura dell’abilità artistica e dell’ingegno umano. “

La vincente 750 Monza fece il suo debutto con un motore da 2 litri al primo Gran Premio all’Autodromo di Imola nel giugno 1954. Dopo che il pilota Umberto Maglioli arrivò prima alla Scuderia Ferrari con la vettura, fu poi equipaggiata con un motore da 3,0 litri e poi ha gareggiato in molte altre gare importanti quell’anno, tra cui il Monsanto Grand Prix (che ha vinto) e la Nassau Race Week – dove è stata guidata dal suo primo proprietario, Alfonso de Portago, e ha ottenuto un primo posto e due secondi posti.

Sterling Edwards, il secondo proprietario dell’auto, guidò la 750 Monza per i due anni successivi, principalmente in California, incluse le gare su strada di Pebble Beach (un evento da lui fondato) nel 1955 e nel 1956, conquistando quattro primi posti e due primi posti nel suo categoria. La tragica morte del suo amico Ernie McAfee spinse il signor Edwards a smettere del tutto di correre, quindi vendette l’auto al suo ingegnere Bob Whitmer, che sostituì il suo motore con una Chevy V8 e continuò a vincere gare a bordo fino all’inizio degli anni ’60.

Per la maggior parte dei 50 anni successivi, l’auto della Ferrari fu smantellata. Tuttavia, il telaio, la carrozzeria, il motore e il cambio sono stati accuratamente conservati in un piccolo magazzino nell’area di San Francisco. Nel 2016 è stato intrapreso un restauro completo dell’auto sotto la direzione di Bob Smith Coachworks di Gainesville, TX. Ci sono voluti due anni perché i nuovi proprietari, Tom e Jill Peck, della California meridionale, completassero questo restauro.

Completamente restaurata, la Ferrari 750 Monza del 1954 ha vinto il Premio Enzo Ferrari al Concours d’Elegance di Pebble Beach 2019 e il Premio Best of Show al Cavallino Classic 2020, prima di essere nominata vincitrice del premio Peninsula Classics Best of the Best 2020. .

“Questo riconoscimento da parte dei venerabili giudici della Peninsula Classics è un vero onore”, ha detto il signor Peck dell’ultima vittoria della sua vettura. “Come tante auto d’epoca, anche questa è il prodotto di un lavoro di squadra dedicato, fatto con amore. Il premio Best of the Best è il coronamento di tutti gli interessati. “

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share