Il direttore tecnico dell’Alfa Romeo prevede che l’auto di F1 nel 2022 sarà più lenta

Il direttore tecnico di Alfa Romeo Monchaux ha analizzato le potenzialità della nuova versione della vettura di F1 per il 2022 e pensa che sarà più lenta
Alfa Romeo Racing Orlen
Alfa Romeo Racing Orlen

La direzione della F1 ha implementato modifiche alle regole tecniche e ha lanciato un modello di auto di riferimento, in cui sono stati integrati nuovi concetti aerodinamici. Inoltre, lo sviluppo dell’auto è limitato a causa dei vincoli di spesa. Le varie modifiche normative sono intese affinché il divario tra le squadre con grandi fondi e quelle con budget mediocri non sia troppo grande. La concorrenza è più agguerrita perché la qualità dell’auto fa la differenza. Nonostante non ci siano ancora dati ufficiali, il direttore tecnico di Alfa Romeo Monchaux ha analizzato le potenzialità della nuova versione della vettura.

Ciò che è chiaro, gli ingegneri devono scervellarsi in modo che i piloti possano ottenere buoni risultati anche dopo la trasformazione. “La sfida principale con la nuova vettura è comprendere le nuove regole aerodinamiche, massimizzare le nuove gomme e mantenere il carico il più basso possibile, anche se pesa solo 40 kg in più”, ha detto il direttore tecnico di Alfa Romeo ad Auto Motor und Sport.

“I nuovi requisiti per il crash test renderanno l’auto più pesante, anche i pneumatici e le ruote da 18 pollici saranno più pesanti, quindi automaticamente i dischi dei freni aggiungeranno peso. “Alla fine, costruire un’auto che non superi i 790 kg diventa una vera sfida per tutti”. Con queste condizioni, Monchaux, ha visto il potenziale per un rallentamento di tre secondi. Tuttavia, per una squadra gigante supportata da ingegneri affidabili, potrebbe essere inferiore.

“Anche le auto nuove saranno più lente. Il progetto originale, che teneva conto del peso aggiunto, era di cinque o sei secondi più lento (rispetto alle auto di oggi). Innanzitutto, dobbiamo compensare i 40 kg in più che derivano dalla nuova vettura”, spiega.

“Inoltre, il nuovo carburante potrebbe avere un impatto sulla potenza del motore. Dovremo aspettare per vedere cosa faranno i produttori di motori per aggirare questo problema. “È difficile dire quanto possiamo recuperare dal lato aerodinamico. Penso che la macchina rallenterà di tre secondi all’inizio della stagione. Ma la squadra campione del mondo potrebbe rallentare da 1,5 a 2 secondi. “Questo è il mio giudizio. Con o senza un limite di budget , i grandi team hanno equipaggi di grande talento e un modo per raggiungere gli obiettivi più velocemente dei piccoli team.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo Racing: i piloti per il 2022 verranno ufficializzati a settembre

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share