GP Australia: le qualifiche della Ferrari

La Ferrari conquista la prima pole in Australia dopo 15 anni
GP Australia

Charles Leclerc partirà in pole position nel GP Australia che partirà domani alle ore 7.00 italiane sul circuito dell’Albert Park di Melbourne. Si tratta dell’undicesima pole del pilota monegasco, che lo colloca sesto a pari merito nella lista dei piloti del Cavallino Rampante, con Jacky Ickx e Rubens Barrichello. Per la Scuderia Ferrari è la pole numero 232, la settima in Australia, la sesta ad Albert Park. In contrasto con la brillante prestazione di Leclerc, Sainz è stato sfortunato oggi e partirà dal nono posto dopo che le bandiere rosse hanno annullato quello che era uno dei giri più veloci del Q3. Poi non è stato in grado di migliorarsi adeguatamente per il suo unico giro veloce valido.

Entrambi i piloti hanno portato comodamente le loro F1-75 alla fase finale con due set di nuove gomme Soft disponibili. La strategia ideale era fare due giri di riscaldamento gomme: Leclerc è riuscito a completare la procedura, tagliando il traguardo in 1’18″239, ma Sainz non è riuscito a eguagliarlo essendo a pochi metri dal traguardo quando sono state esposte le bandiere rosse a seguito dell’incidente di Alonso. Il regolamento prevede che al momento dell’interruzione della sessione si interrompa anche il cronometraggio, anche per i piloti che stanno completando un giro. Alla ripartenza Leclerc ha registrato subito il giro più veloce dando 3 decimi a Verstappen. Sainz, invece, ha commesso un errore alla curva White dell’ultimo settore.

GP Australia: intervista ai piloti

Charles Leclerc: Sono contento del mio risultato di oggi. Questo circuito è davvero difficile e in passato ho sempre faticato qui. Potrebbe non essere sembrato così questo fine settimana perché siamo stati abbastanza veloci, ma ho lavorato molto per ottimizzare le mie prestazioni. La squadra ha fatto un ottimo lavoro. Siamo stati sempre calmi, nonostante le bandiere rosse, le bandiere gialle e il traffico. Il limite più grande per me era il sole. Era basso e con un’angolazione scomoda ed era quasi impossibile vedere dove fossi nella Q2 e nella maggior parte della Q3. Ho preso molti rischi e sono contento di essere riuscito a mettere insieme un giro così buono alla fine. Non sembra male in termini di ritmo di gara. È molto vicino ai nostri concorrenti, quindi domani sarà una gara difficile ma emozionante.

Carlos Sainz: “Oggi avevamo un buon ritmo, ma la mia Q3 è andata completamente storta. Abbiamo preso la bandiera rossa poco prima del traguardo del primo giro lanciato e al secondo stavo per uscire ma c’è stato un ritardo nell’accensione della mia macchina. Finalmente siamo partiti ma non ho avuto il tempo di fare il giro di preparazione, il che significava che le gomme erano tutt’altro che pronte per il giro di spinta, scivolando ovunque. Domani cercherò ovviamente di recuperare il più possibile, ma senza la quarta zona DRS il circuito non è cambiato molto rispetto a quello vecchio e sarà difficile sorpassare. Comunque domani è un altro giorno e cercheremo di tornare”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share