Giornata Mondiale dell’Ambiente 2021: Visioni a confronto, Olivier François e Stefano Boeri

François e Boeri
François e Boeri

Olivier François, amministratore delegato del marchio Fiat e CMO di Stellantis, e l’architetto Stefano Boeri , il cui studio è impegnato in progetti di forestazione urbana in tutto il mondo, sono stati protagonisti di una conversazione per la Giornata mondiale dell’ambiente 2021 sulle città del futuro. Hanno affrontato i temi della mobilità urbana e dell’architettura sostenibile per rendere le città più sane e vivibili, migliorando la qualità dell’aria e quindi la qualità della vita. Una condivisione di valori iniziata oltre un anno fa: nella sua visione di città utopica, attraversata da Leonardo DiCaprio nello spot di lancio della Nuova 500, Fiat si è ispirata alla green architecture realizzata da Boeri in diverse località del mondo.

Nel loro incontro, François e Boeri hanno analizzato le opportunità per un “Nuovo Rinascimento”: dalle fotografie della situazione attuale nelle città ai cambiamenti in corso, alle tendenze sociali e al crescente interesse per le questioni ambientali, hanno discusso dell’urgenza di agire, e la grande opportunità di ispirare il cambiamento.

 Tale ispirazione deve essere radicata nell’impegno, nella bellezza, nella certezza della necessità di migliorare la qualità dell’aria che respiriamo e di ridurre i livelli di inquinamento nelle città in cui viviamo. Il connubio tra architetture come il Bosco Verticale di Boeri – i suoi 27.000 impianti e milioni di foglie che contribuiscono a pulire l’aria assorbendo CO 2 – e auto come la Nuova 500 che offrono mobilità a zero emissioni possono senza dubbio contribuire a migliorare la qualità dell’aria nelle nostre città.

 Nelle parole di Olivier François, CEO di Fiat e CMO di Stellantis: “La decisione di lanciare la Nuova 500 – solo elettrica ed elettrica – è stata effettivamente presa prima del Covid-19. Già allora sapevamo che il mondo non poteva più accettare “compromessi”. In effetti, il lockdown è stato solo l’ultimo degli avvertimenti che abbiamo ricevuto. A quel tempo, abbiamo assistito a situazioni che sarebbero state inimmaginabili fino ad allora, ad esempio animali selvatici che vagavano per le città, a dimostrazione che la natura si stava riprendendo ciò che le spettava di diritto.

 In più, come se fosse ancora necessario, ci è stata ricordata l’urgenza di agire, di fare qualcosa per il pianeta Terra. Abbiamo un’icona, la 500. Un’icona ha sempre la sua causa e la 500 non fa eccezione: negli anni ’50 ha aperto l’accesso alla mobilità a tutti. Oggi, in questo nuovo scenario, ha una nuova missione – la nostra missione – creare mobilità sostenibile per tutti. È nostro dovere portare sul mercato auto elettriche che non costino più dei veicoli con motore a combustione interna, non appena possibile, in linea con il calo dei costi delle loro batterie. Stiamo esplorando il territorio della mobilità sostenibile per tutti: questo è il nostro progetto più grande.

 Tra il 2025 e il 2030, la nostra gamma di prodotti diventerà gradualmente esclusivamente elettrica. Questo sarà un cambiamento radicale per Fiat. Intanto, nel prossimo futuro, tra pochi mesi, sono orgoglioso di assistere alla riconversione della mitica pista sul tetto dell’ex stabilimento Lingotto di Torino nel più grande giardino pensile d’Europa, che ospita oltre 28.000 fabbriche.

Un progetto importante, significativo – e ancora una volta sostenibile – per rivitalizzare la città di Torino, la nostra casa”. È nostro dovere portare sul mercato auto elettriche che non costino più dei veicoli con motore a combustione interna, non appena possibile, in linea con il calo dei costi delle loro batterie. Stiamo esplorando il territorio della mobilità sostenibile per tutti: questo è il nostro progetto più grande.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share