Futura Opel Astra: ecco come potrebbe essere

Ecco quale potrebbe essere l’aspetto della futura Opel Astra che sarà presentata nel corso della prossima estate
Nuova Opel Astra
Nuova Opel Astra

Mentre la nuova Peugeot 308 è stata presentata il 18 marzo, la sua cugina più vicina, la futura Opel Astra, aspetterà fino a questa estate per rimuovere il suo camuffamento. Ecco una panoramica della nuova compatta tedesca che sarà commercializzata all’inizio del 2022 con l’obiettivo di competere con la Volkswagen Golf.

Dopo essere appartenuta alla General Motors per quasi 88 anni, Opel cerca di allontanarsi il più rapidamente possibile da questa era. Sebbene non abbia ancora festeggiato il suo sesto compleanno, la quinta generazione di Opel Astra si sta quindi già preparando al ritiro. La sua sostituta sarà presentata questa estate e entrerà in produzione a novembre, nello stabilimento tedesco di Rüsselsheim, prima di arrivare nelle concessionarie all’inizio del 2022. Ma per avere una prima idea del suo stile, basta guardare la prima foto della nuova Peugeot 308, che sarà svelata giovedì 18 marzo.

Peugeot non fornirà solo la sua piattaforma EMP2 V3. Anche all’esterno non mancano i punti in comune, come gli specchietti retrovisori, il lungo cofano motore, lo stile o la forma dei finestrini laterali. Tuttavia, questa parentela non sarà evidente a tutti. Opel Astra 6 farà in modo di mantenere uno stile tutto suo, grazie a una faccia sbarrata da una fascia nera che integra i fari (chiamati Vizor), come l’ultima Mokka. I fanali posteriori piuttosto sobri e appuntiti evocheranno anche questo piccolo SUV, contrastando così con quelli della 308 che rimarranno benissimo nello spirito dell’ultima Peugeot. Come dimostrano le illustrazioni dei nostri colleghi di Kolesa, sarà quindi impossibile confondere questi due cugini… se non guardandoli forse di profilo.

Questa politica di differenziazione continuerà ovviamente nell’abitacolo. In Opel, niente volante piccolo, niente contatori digitali. Ancora una volta, il Mokka 2 ha mostrato la strada, con i suoi due grandi schermi giustapposti. Anche i controlli fisici per l’aria condizionata potrebbero rimanere nella nuova Opel Astra. Ma l’utilizzo della piattaforma EMP2 V3 consentirà comunque di beneficiare di un sistema multimediale di ultima generazione, rilasciato dal nuovo DS 4. Un altro cugino che condividerà anche le stesse linee di produzione. I due modelli saranno ora assemblati nello stabilimento di Rüsselsheim, in Germania, che costruisce anche la grande Insignia.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share