Fiat Chrysler interrompe la produzione negli stabilimenti europei per due settimane

Fiat Chrysler Automobiles ha dichiarato che oggi ha interrotto la produzione fino al 27 marzo nella maggior parte dei suoi impianti in Europa
Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Fiat Chrysler Automobiles ha dichiarato che oggi ha interrotto la produzione fino al 27 marzo nella maggior parte dei suoi impianti in Europa a causa della crisi del coronavirus che ha sconvolto l’economia. FCA ha dichiarato che la produzione per i suoi stabilimenti FCA Italia e Maserati si fermerà per le prossime due settimane negli stabilimenti di Melfi, Pomigliano, Cassino, Mirafiori, Grugliasco e Modena in Italia. Anche le strutture serbe di Kragujevac e lo stabilimento polacco di Tychy chiuderanno i battenti. 

“La sospensione temporanea consente al gruppo di rispondere efficacemente all’interruzione della domanda del mercato garantendo l’ottimizzazione dell’offerta”, ha dichiarato Fiat Chrysler Automobiles in una nota. Il gruppo ha affermato che il congelamento aiuterà a riprendere prontamente l’attività una volta che le condizioni del mercato lo consentiranno.  “Il gruppo sta lavorando con la sua base di approvvigionamento e i partner commerciali per essere pronti a consentire alle nostre attività produttive di fornire livelli totali di produzione precedentemente pianificati nonostante la sospensione quando la domanda di mercato ritorna”, ha dichiarato FCA. 

La sua mossa segue una decisione analoga della casa di lusso Ferrari che sabato ha dichiarato che avrebbe chiuso i suoi due impianti fino al 27 marzo in risposta alla crisi, citando una carenza emergente di parti.  L’Italia è stata il paese europeo più colpito dal coronavirus e il primo ad applicare un blocco a livello nazionale che ora è stato replicato dalla Spagna e, in misura minore, dalla Francia mentre la pandemia si diffonde attraverso il continente. L’Italia ha chiuso scuole, negozi, ristoranti e vietato tutti i viaggi non essenziali, consentendo al contempo alle aziende di continuare a operare purché rispettino rigorose misure di sicurezza. Tuttavia, un numero crescente di produttori sceglie di sospendere la produzione. 

Ti potrebbe interessare: Fiat Chrysler Automobiles: un operaio in Indiana è risultato positivo al coronavirus

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Stellantis

Stellantis: problemi per Ram

La peggiore epidemia di COVID-19 del Michigan sta iniziando a rallentare la produzione automobilistica, con un importante impianto…
Total
0
Share