Alfa Romeo RacingFerrari

Ferrari vuole Domenicali come direttore esecutivo secondo la stampa italiana

La sostituzione di Maurizio Arrivabene con Mattia Binotto potrebbe non essere stata l’ultima importante novità relativa alla Ferrari. In Italia dicono che il presidente della Ferrari, John Elkann, vuole sostituire Louis C. Camilleri, attuale direttore esecutivo della compagnia con Stefano Domenicali. Sono giorni frenetici dopo l’addio di Maurizio Arrivabene come capo della Ferrari e la sua sostituzione con Mattia Binotto. Nelle ultime ore il quotidiano italiano Il Corriere dello Sport parla di un possibile ritorno di Stefano Domenicali nella squadra italiana. Si dice che colui che è stato più di 20 anni in questa squadra ora potrebbe sostituire Louis Carey Camilleri come direttore esecutivo della compagnia italiana.

Dall’Italia vogliono qualcuno che sia in grado di svolgere un ruolo importante nella negoziazione con Liberty Media per il futuro della F1, perché credono che Binotto non avrà tempo per tutto. “Chi ora negozierà il Patto della Concordia con Liberty Media, che regola la distribuzione dei soldi della Formula 1 e scade alla fine del 2020?” Binotto “avrà altre cose da fare.” Elkann ha iniziato un’operazione che è difficile da credere: cerca Stefano Domenicali per riportarlo a casa” , scrive il giornalista Fulvio Solms.

” Domenicali ha il profilo ideale di un ferrarista per parlare del futuro della Formula 1 con Liberty Media “, aggiungono in Autosprint. Tuttavia, secondo la stampa italiana, le trattative per restituirlo alla Ferrari non sono facili. Nelle ultime interviste rilasciate, Domenicali ha assicurato che il ritorno in Formula 1 non era un’opzione, ovviamente le sue ultime parole sono precedenti a questa rivoluzione in casa Ferrari.

Notizie Correlate
Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo Racing: "Correre senza la McLaren sarebbe stato sleale"

Ferrari

Vettel: "La F1 è la mia passione, ma non è il centro di tutto"

Ferrari

Ecclestone suggerisce alla Ferrari di prendere Flavio Briatore in sostituzione di Binotto

Ferrari

Coronavirus: Ferrari ferma la produzione per 2 settimane