FCA premia i suoi migliori concessionari in Brasile

FCA ha premiato le concessionarie Fiat e Jeep in Brasile che si sono distinte nel 2020 negli indicatori dei programmi di riconoscimento
FCA
FCA

In un evento virtuale questa settimana, FCA (Fiat Chrysler Automobiles) ha premiato le concessionarie Fiat e Jeep (alcune delle quali rappresentano anche i marchi Ram, Dodge e Chrysler) che si sono distinte nel 2020 negli indicatori dei programmi di riconoscimento Fiat Squadra e DNA Jeep , che valuta gli indicatori di performance nelle vendite e nel post-vendita, la qualità del servizio, la soddisfazione del cliente, l’adesione ai processi dei World Class Dealers (WCD), l’adozione degli standard delle strutture fisiche e la formazione e la valorizzazione delle persone.

Sono stati premiati otto concessionari Jeep e nove Fiat. All’evento i dirigenti di FCA hanno valutato positivamente l’andamento delle due catene, che hanno garantito all’azienda il primo posto nelle vendite come produttore di veicoli di entrambi i marchi, con la somma di 378.673 unità vendute da gennaio a novembre e il 22,1% partecipazione al mercato nazionale.

Grazie soprattutto all’andamento della nuova Strada lanciata a luglio, la catena Fiat ha recuperato il fiato perso negli anni precedenti e il marchio ha guidato il mercato brasiliano negli ultimi tre mesi. Jeep, con solo due prodotti nazionali prodotti a Goiana (PE), è rimasta quasi tutto l’anno nella nona posizione dei marchi più venduti nel paese e per molti mesi durante tutto l’anno, compreso a novembre, il Renegade è stato il SUV più premiato .

Il presidente di FCA per l’America Latina, Antonio Filosa, ha osservato che i rivenditori si sono distinti in un anno difficile, che ha richiesto creatività per creare nuove connessioni online con i clienti. L’esecutivo prevede che il 2021 dovrebbe andare decisamente meglio per entrambi i brand del gruppo, con la previsione di lanci importanti che dovrebbero incrementare le vendite, come la nuova Jeep sette posti e il primo SUV di Fiat, oltre alle versioni con nuovi motori flex turbocompressi. e nuove trasmissioni CVT.

“La pandemia ha imposto restrizioni, ma FCA è riuscita a distinguersi tra tutti i produttori come l’azienda che è cresciuta e ha proiettato di più i suoi marchi. Lo abbiamo fatto perché mettiamo il cliente al centro della nostra attività e lavoriamo per lui, concentrandoci sulle sue esigenze. Se seguiremo il percorso di apprezzamento dei clienti nel 2021, continueremo a distinguerci nel mercato e nella leadership dei risultati. Il prossimo anno avrà lanci importanti e siamo fiduciosi nella forza della qualità del lavoro delle nostre reti ”, ha affermato Antonio Filosa.

Il direttore del marchio Fiat per le operazioni commerciali in America Latina e Brasile, Herlander Zola, ha riconosciuto la buona performance dei concessionari. “Quest’anno la Fiat ha accelerato con un’energia impressionante e ha raggiunto la vetta della classifica dei marchi più venduti in Brasile per tre mesi consecutivi. Questo risultato è stato possibile solo grazie all’impegno della rete e all’impulso che avete dato alle nostre vendite ”, ha sottolineato.

La direttrice del marchio Jeep per le operazioni commerciali in America Latina e Brasile, Tânia Silvestri (ha annunciato che lascerà l’azienda alla fine di quest’anno), ha sottolineato l’elevato standard di efficienza della rete nel Paese. “In nessun altro mercato, la partecipazione delle vendite di Jeep nel segmento dei SUV sono pari a quelle del Brasile “, ha sottolineato.

Ti potrebbe interessare: FCA: un suo ingegnere premiato in Brasile

Articoli Suggeriti
Total
0
Share