Design ed elettrificazione saranno le chiavi di Alfa Romeo

Jean Philippe Imparato ha detto che Alfa Romeo punterà su design e redditività per rilanciare le sue sorti
alfa romeo

Jean Philippe Imparato approda all’Alfa Romeo dopo aver diretto Peugeot dal 2016. Un periodo in cui è riuscito a cambiare l’immagine dell’azienda, puntando con decisione sull’elettrificazione. Dopo questi quattro anni, è stato incaricato da Carlos Tavares di prendere le redini di uno degli iconici marchi automobilistici, ora parte del gruppo Stellantis. Il nuovo CEO di Alfa Romeo affronta sfide come il raggiungimento della redditività dell’azienda. Approfittando della sua recente visita a Madrid, abbiamo parlato con Imparato di progetti futuri.

“Gestire il marchio Alfa Romeo sarà una delle sfide più grandi che avrò nella mia carriera professionale. Quando ho ricevuto la chiamata da Carlos Tavares (Presidente del Gruppo Stellantis) il messaggio che ho ricevuto è stato molto chiaro. Mi disse che doveva guidare l’Alfa Romeo e che non poteva farlo da Parigi. Così ho fatto il salto e sono venuto a vivere in Italia. Un’Alfa Romeo deve essere progettata in Italia. In futuro, la porta è aperta per realizzare modelli del marchio fuori dall’Italia, ma non progetteremo un’Alfa da Parigi.

Ora siamo con i design delle auto fino al 2026. Sappiamo cosa vogliamo e dove stiamo andando. Ho accettato la sfida perché credo in Carlos Tavares. Se non credessi in lui, non crederei nel futuro dell’Alfa Romeo. In più ho accettato anche perché mio padre era un grande fan del marchio e l’Alfa Romeo è una casa costruttrice con auto molto belle. L’idea è quella di essere l’auto di chi non può comprare una Ferrari, ma non vuole una BMW.”

“La prima cosa sarà garantire la redditività, perché è l’unico modo che abbiamo per finanziare il piano del prodotto. Il marchio ha già ottenuto risultati positivi nella prima metà del 2021 e quest’anno sarà redditizio. Se non sei redditizio in un gruppo di 14 marchi, sei morto. Successivamente dobbiamo intraprendere il rinnovamento e l’ampliamento della gamma. Avremo una versione all’anno e per regione. E allo stesso tempo, siamo chiamati a intraprendere il processo di elettrificazione. Abbiamo una strategia di 10 anni. La mia intenzione è che quando lascerò il marchio, saranno state poste le basi affinché l’Alfa Romeo sia sostenibile per altri 15 anni.”

L’obiettivo non è parlare di volumi, non è questione di volume. L’importante è puntare su qualità, elettrificazione e connettività. La cosa logica è che un’auto con un valore più alto ha più margini di profitto. E tutto questo senza dimenticare mercati come il Nord America, dove vogliamo giocare nel campionato dei marchi premium.

Ti potrebbe interessare: Alfa Romeo: continua la ripresa delle vendite in Giappone

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share