La tecnologia NFT dell’Alfa Romeo Tonale potrebbe rivelarsi un’arma a doppio taglio?

Come la tecnologia NFT potrebbe torcersi contro
Alfa Romeo Tonale Veloce blu

Uno dei fatti più intriganti emersi dalla rivelazione del SUV Alfa Romeo Tonale è stato come l’azienda avrebbe utilizzato la tecnologia NFT per salvaguardare il valore dell’usato della sua prima auto ibrida in assoluto.

NFT sta per token non fungible e molti di noi avranno sentito parlare di questo termine abbastanza nuovo solo in relazione ad alcuni prezzi da far venire l’acquolina in bocca recentemente pagati per le opere d’arte digitali, per le versioni originali di immagini rese famose dai meme e per il fondatore di Twitter Jack Dorsey.

Altre case automobilistiche si sono dilettati con gli NFT come cripto-arte, ma Alfa sta usando gli NFT per dare a ciascuno dei suoi nuovi piccoli SUV una sorta di impronta digitale. Con il consenso del cliente e utilizzando lo stesso tipo di tecnologia blockchain utilizzata per generare criptovaluta, l’auto registrerà i dati sulla manutenzione che possono quindi fungere da garanzia che l’auto sia stata adeguatamente curata, placando i timori dei potenziali acquirenti dell’usato.

Alfa Romeo: quali problemi ci potrebbero essere con questa tecnologia?

Poiché la tecnologia non consente la modifica dei dati, Alfa Romeo ritiene che renderà l’acquisto di un’auto usata un’attività più trasparente e meno rischiosa. Questa è una buona notizia per gli acquirenti dell’usato, ma dovrebbe anche significare residui più alti, che incoraggeranno i nuovi acquirenti.

A quanto ci risulta, lo schema NFT dell’Alfa sarà utilizzato solo per registrare la prova di manutenzione e richiede che un concessionario assegni i dati. L’idea potrebbe essere ampliata per registrare molti più dati su come è stata utilizzata l’auto.

Immagina la scena: stai cercando di fare un buon affare con la tua prossima macchina, ma sembra che quella che vedi sia appena stata presa dal concessionario. Quindi passi il fine settimana a lavarla, sistemare il tutto, passare l’aspirapolvere e persino chiedi al tuo addetto alla riparazione di vernici locale di ritoccare alcuni piccoli graffi e di rifinire le ruote per assicurarti di ottenere il miglior valore di permuta possibile.

In concessionaria hai già concordato le specifiche e il prezzo della tua nuova auto, quindi tutto ciò che resta è bloccare un valore di permuta parziale sulla tua vecchia. Il venditore si complimenta con te per averla curato così bene, ti dice che la prenota intorno ai 20 mila dollari, ma deve solo controllare il tuo NFT prima di poter firmare l’accordo.

Ma quando collega il suo lettore OBD99, gli dice che hai tirato qualche volta l’auto per il collo, hai attivato il Launch Control in media due volte a settimana negli ultimi tre anni, hai avuto un piccolo urto riparato lo scorso luglio che non è registrato in nessun database assicurativo e aveva una spia del motore di controllo che ti ha accecato per 18 mesi fino a quando non l’hai finalmente spenta il mese scorso.

Ti dice che dovrà rivelare tutti questi dati a qualsiasi potenziale acquirente e che è molto difficile vendere qualsiasi auto usata nei giorni senza un assegno NFT immacolato, quindi non può davvero accettare l’offerta. Quindi per venirti incontro potrebbe dimezzare il prezzo.

Ovviamente il rovescio della medaglia di questo ipotetico scenario è che coloro che sono alla ricerca di un’auto usata. Ti farai mille paranoie e cercherai di mantenerla immacolata anche nell’utilizzo pur di mantenerne il valore o punti tutto al divertimento alla guida?

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share