Carlos Sainz: “I piloti dovranno adattarsi alla stagione 2022 che sarà più impegnativa”

Carlos Sainz spiega le difficoltà organizzative del calendario per il 2022
Carlos Sainz
Carlos Sainz

Dopo il campionato di 22 gare di quest’anno, il calendario è stato esteso di un appuntamento in più nel 2022, con il programma di 23 gare ratificato dal World Motor Sport Council all’inizio di questo mese. Tuttavia, ci saranno più gare al di fuori dell’Europa, con l’aggiunta di una nuova gara a Miami e il ritorno di diverse gare saltate nelle ultime due stagioni, tra cui i Gran Premi di Australia, Canada, Giappone e Singapore. Parlando in vista del Gran Premio degli Stati Uniti, il pilota della Ferrari Carlos Sainz ha detto che metterà insieme un piano per assicurarsi di essere ancora in buona forma per le gare successive.

Penso che il prossimo anno sarà difficile per tutti“, ha detto Sainz quando Autosport gli ha chiesto cosa ne pensasse del calendario 2022. “Non è un segreto che sarà la stagione più impegnativa nella storia della F1“.

Intervista a Carlos Sainz

Come piloti dovremo adattarci, dovremo assicurarci di rimanere su livelli di energia elevati e controllare un po’ il modo in cui facciamo le cose per assicurarci di arrivare freschi alla fine dell’anno, dove iniziano a disputarsi i triple-header e dove iniziano i grandi giorni di viaggio“, afferma Carlos Sainz.

Sono sicuro che farò la mia dovuta diligenza con la squadra per mettere insieme un piano per arrivare alla seconda metà della stagione il più fresco possibile“. Sainz ha ammesso che la fine della stagione 2021, che è stata modificata a causa di potenziali problemi con i paesi che erano zone rosse, non è l’ideale.

Dopo il ritorno del campionato al Circuit of the Americas questo fine settimana, la F1 visiterà Messico, Brasile e Qatar in un triplo appuntamento, prima di concludere la stagione con una visita inaugurale in Arabia Saudita e il tradizionale finale di Abu Dhabi. “È solo un peccato che a causa del COVID non abbiamo potuto fare Austin e Messico di fila, cosa che sarebbe stata più facile per tutti“, ha detto Sainz.

E’ un peccato che dobbiamo andare subito dal Brasile al Qatar, ma l’ordine non mi dispiace molto. È solo che la situazione back-to-back non è stata organizzata in modo particolarmente efficiente. Ma sappiamo tutti che è a causa del COVID, è a causa dei piccoli compromessi che il campionato ha dovuto prendere. Spero che il calendario del prossimo anno e tutto sia un po’ più insieme, che non sia necessario viaggiare qua e là“.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share