Carlos Sainz: “La McLaren una delle vetture di Formula 1 più difficili da superare”

Carlos Sainz spiega che superare la McLaren è tra le cose più difficili da fare quest’anno
Carlos Sainz: "La McLaren una delle vetture di Formula 1 più difficili da superare"
Carlos Sainz: “La McLaren una delle vetture di Formula 1 più difficili da superare”

Il pilota della Ferrari di Formula 1 Carlos Sainz Jr. afferma che il suo ex team McLaren costruisce “probabilmente le auto più difficili da superare” dopo aver trascorso il Gran Premio di Gran Bretagna bloccato dietro Daniel Ricciardo. Da quando ha lasciato la McLaren per la Ferrari, Sainz ha spesso incontrato la sua ex squadra in pista. I due team combattono per il terzo posto nel campionato costruttori 2021 di Formula 1.

Il GP di Gran Bretagna dello scorso fine settimana è stata l’ultima gara in cui lo spagnolo è stato impegnato in una battaglia con una McLaren, dopo aver seguito Ricciardo per lunghi periodi della gara a Silverstone mentre lottavano per il quinto posto.

Carlos Sainz esprime il suo punto di vista sulla rivalità con McLaren

Più volte la Ferrari si è ritrovata a dover tentare il sorpasso sulla McLaren. A parità di mescole, nonostante il passo migliore della Ferrari, in rettilineo la McLaren si è rivelata un’auto estremamente veloce.

Sfortunatamente, mi è successo un paio di volte di rimanere dietro a una McLaren che non sono riuscito a sorpassare“, ha detto Sainz dopo essere arrivato sesto a Silverstone. “Non è una novità, hanno una velocità in rettilineo molto forte e una potenza in uscita di curva notevole ed è probabilmente una delle vetture più difficili da sorpassare“.

Sainz è rimasto frustrato dopo che un overcut anticipato su Ricciardo non è riuscito a funzionare a causa di un pessimo pitstop della Ferrari, che ha lasciato lo spagnolo ai box per diversi secondi mentre la sua ruota anteriore sinistra veniva serrata. Prima della sosta, infatti, Sainz sarebbe stato avanti Ricciardo, tuttavia così non è stato a causa di quei secondi di troppo.

Sì, purtroppo siamo stati un passo indietro rispetto a Ricciardo per tutta la gara“, ha aggiunto. “Su gomme media siamo riusciti a superarlo con un ritmo molto sostenuto durante i giri più puliti, ma sfortunatamente dopo il lento pitstop sono dovuto tornare di nuovo dietro di lui“.

Con la gomma dura è stato ancora più difficile sorpassarlo, perché sembrava che la gomma dura ad alta velocità non potesse sopportare il carico dell’aria sporca e Sainz spiega che l’auto andava notevolmente in sottosterzo, e non riusciva a tenere il passo nelle curve ad alta velocità. “Anche se avevo la DRS, non ero abbastanza vicino a lui per cercare di superarlo”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share