Carlos Sainz eliminato nel Q2: “Colpa dei pochi chilometri che ho percorso in auto”

Carlos Sainz eliminato dal Q2. Ecco cosa è successo
Carlos Sainz eliminato nel Q2: "Colpa dei pochi chilometri che ho percorso in auto"
Carlos Sainz eliminato nel Q2: “Colpa dei pochi chilometri che ho percorso in auto”

Carlos Sainz ha mancato di poco un risultato nelle qualifiche tra i primi 10 dopo una qualifica combattuta a Imola oggi, concludendo 11° a bordo della Ferrari SF21. Lo spagnolo è rimasto deluso dopo aver terminato a sei centesimi da una posizione in Q3, pur girando a meno di mezzo secondo dal miglior tempo complessivo della sessione.

Sainz l’ha definita una “brutta giornata in ufficio“, ma ha sentito che ha dimostrato che ha ancora bisogno di più tempo per mettersi al passo con la Ferrari dopo solo un giorno e mezzo di test e un weekend del Gran Premio con la SF21.

L’intervista a Carlos Sainz

Onestamente mi sono sentito veloce per tutto il weekend, ma mi sono sempre sentito come se non potessi mettere insieme il giro, e le qualifiche lo hanno mostrato“, ha detto Sainz. “Ero veloce un po’ dappertutto, senza mai fare bene tutte le curve per tutto il giro. Anche se mi sentivo veloce in curva, non sono riuscito a mettere il giro insieme. Quindi sono deluso, perché so che c’è un tempo sul giro se faccio un buon lavoro. So che avrei potuto passare alla Q3“.

Ma allo stesso tempo penso che questa pista ci abbia esposto un po’ in quanto mi manca ancora un po’ di chilometraggio, un po’ di comprensione dalla macchina per sapere esattamente cosa aspettarci e per sapere come estrarre il limite assoluto di essa“.

Sainz sentiva che avrebbe potuto guadagnare un paio di decimi nel suo ultimo giro in Q2 che lo avrebbe comodamente visto passare alla fase finale delle qualifiche, dimostrando quanto siano vicine le monoposto quest’anno.

È molto serrato là fuori, e ogni singolo decimo conta“, ha detto Sainz. “Ma so che oggi ho lasciato due o tre decimi sul tavolo, solo con i miei mezzi e con i miei problemi di bilanciamento dei freni, non riuscendo a mettere insieme l’equilibrio che volevo ad ogni curva. Ma allo stesso tempo, è all’inizio della stagione. Ho fatto pochissimi giri con questa macchina e ho ancora bisogno di imparare. In questo momento sto attraversando una curva di apprendimento e cercherò di migliorare“.

Mentre il compagno di squadra della Ferrari Charles Leclerc è riuscito a qualificarsi quarto, Sainz dovrà tornare a punti domenica. Ma era ottimista riguardo alle sue possibilità, avendo più fiducia nel suo ritmo di gara rispetto al ritmo della qualifica. “Sono sempre un po’ un pilota della domenica“, ha detto Sainz.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share