Ferrari

Binotto: “Il programma della Ferrari nel 2020 potrebbe influenzare quello del 2021

Binotto

Il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto afferma che gli sforzi del team per “recuperare” la stagione 2020 di F1 potrebbero avere conseguenze per il suo programma di sviluppo 2021. Importanti nuove norme tecniche entreranno in vigore il prossimo anno, spingendo i team a decidere quanto presto passare i loro sforzi dall’auto di quest’anno al telaio 2021 drasticamente diverso.
Binotto ha ridotto le possibilità della Ferrari in vista della prima gara di F1 della nuova stagione, dicendo che il team non è veloce come i suoi principali rivali Mercedes e Red Bull e potrebbe persino affrontare una minaccia da parte di Racing Point. Ha detto che la prima priorità del team sarà quella di migliorare le prestazioni della sua auto attuale.

Le parole di Mattia Binotto

Quanto il recupero del 2020 influenzerà il 2021 è da scoprire“, ha detto Binotto in risposta a una domanda di RaceFans. “Penso che sia un equilibrio di cui abbiamo bisogno o un compromesso che dovremo scoprire. Quando siamo all’inizio della stagione non puoi scendere a compromessi per l’intera stagione. Quindi all’inizio della stagione, continueremo sicuramente a spingere nel 2020 il più possibile per capire la macchina, i punti deboli e, si spera, sono cose che possiamo affrontare al più presto. Se vediamo che dopo alcune gare il divario è troppo grande, forse è una considerazione che possiamo prendere in considerazione. Ma è una fase iniziale in questo momento, penso che siano solo pochi giorni di test. Penso che ci siano cose che potremmo risolvere presto sull’auto. Quindi al momento dovremmo mantenere il nostro piano o qualunque cosa fosse per 2020/2021″.

La nuova Ferrari ha guadagnato tempo in curva, ma ha perso un po’ di velocità in rettilineo, ha detto Binotto. Ritiene che il loro deficit di prestazioni non sia dovuto a problemi con la correlazione tra prestazioni della realtà e simulazioni.
Abbiamo sviluppato la macchina con il massimo sforzo ed ecco i primissimi test, quindi inizialmente stai cercando di capire la correlazione reale in pista con galleria del vento e simulatore“, ha affermato la scorsa settimana. “Ma non credo che abbiamo un problema di correlazione. Se guardiamo rispetto a noi stessi, abbiamo migliorato molto in curva ma siamo peggiorati sul dritto. Penso che sia l’equilibrio. Gli altri hanno forse fatto un lavoro migliore. Penso di nuovo che sia solo l’immagine che potresti avere qui a Barcellona e avremo bisogno almeno delle prime due o tre gare per avere un’immagine più chiara“.

Notizie Correlate
Ferrari

Ferrari GTC4Lusso: addio al sostituto della Ferrari FF

Ferrari

Ferrari nega che la GTC4Lusso stia uscendo di produzione

Ferrari

Ferrari esclude versioni ibride di Portofino e Roma

Ferrari

La versione più estrema della Ferrari 812 in dettaglio in nuove immagini