Binotto: “L’approccio di Mick ricorda quello di Michael Schumacher”

Binotto: "L'approccio di Mick è ricorda quello di Michael Schumacher"
Binotto: “L’approccio di Mick è ricorda quello di Michael Schumacher”

Il Team Principal della Ferrari Mattia Binotto dice che l’approccio di Mick Schumacher gli ricorda il padre Michael. Binotto era un ingegnere motorista durante il primo test di Michael con la Ferrari alla fine del 1995 e ha lavorato a fianco del sette volte campione di F1 durante la sua carriera in Ferrari. Il Team Principal della Ferrari ha supervisionato il primo test di Formula 1 di Mick quando ha guidato per la squadra italiana nel test in Bahrain.

Schumacher fa ora parte della Ferrari Driver Academy dopo il successo del suo campionato europeo di Formula 3 lo scorso anno. Binotto ha spiegato che le sue esperienze di lavoro con Mick gli ricordano il padre del tedesco.

Le parole di Mattia Binotto

La prima volta che l’ho visto dopo molti anni, a Maranello, quando è tornato, l’ho guardato, e non pensavo che somigliasse davvero a Michael“, ha detto Binotto. “Ma il modo in cui si comporta è molto simile, il modo in cui si allena, il modo in cui è interessato alla macchina, discute con i tecnici. Anche a Maranello ci prendevamo cura di lui, ma lui era sempre al workshop guardando la macchina, parlando con i tecnici. E penso che sia un po’ simile a suo padre“.

Binotto ha insistito sul fatto che il test del Bahrain è stata l’occasione per Schumacher per abituarsi a una macchina di Formula 1 e che l’intenzione non era quella di giudicare il suo potenziale.

Penso che sia molto difficile, in primo luogo perché le condizioni meteorologiche sono state pessime durante il giorno, e perché alla fine, penso che l’obiettivo non fosse proprio quello di valutare la sua prestazione“, ha detto Binotto.

È ancora la fase di apprendimento, giorno dopo giorno, e sta affrontando una sfida completamente nuova nella sua stagione F2. E penso che quello che è stato sicuramente positivo è stato il modo in cui ha affrontato i test, senza mai spingere al limite, cercando di migliorare run-by-run, imparare la macchina, e la squadraE penso che sotto questo aspetto ha fatto un buon lavoro, molto concentrato, cercando di fare il lavoro giusto e imparare.

Articoli Suggeriti
Total
0
Share