Ferrari

Berger: “I migliori anni di Vettel sono ormai alle spalle

Sebastian Vettel

L’ex pilota della Ferrari Gerhard Berger ha lanciato un severo avvertimento a Sebastian Vettel, suggerendo che avrà difficoltà a difendersi dal suo compagno di squadra “giovane, aggressivo e veloce” Charles Leclerc quest’anno. Interrogato in un’intervista a motorsport-total.com per prevedere la stagione di Formula 1 2020 di Vettel, Berger ha sottolineato che il tedesco rischia di essere usurpato dal suo compagno di squadra 22enne. “Penso che sia così che vanno le cose. Sei un pilota, sei giovane, aggressivo, veloce, di successo. È tutto a tuo favore “, ha spiegato.

“Ma ad un certo punto verrà il momento in cui sarai nell’ultimo terzo della tua carriera e i ragazzi dietro di te e inizieranno a pizzicare e mordere. “In questa fase, Sebastian è nell’ultimo terzo della sua carriera e Leclerc nel primo.” Detto questo, Berger ha suggerito che il 32enne non cederà facilmente, anche se il futuro appartiene al monegasco. “Che ci riesca o meno, non lo sappiamo. Sarà sicuramente eccitante vedere come andrà a finire. Ma qualunque sia il risultato, alla fine della giornata, Leclerc ha ancora il futuro davanti a sé e Sebastian ha già i suoi anni migliori alle spalle ”.

Leclerc è ancora difficile da decifrare. Ma Sebastian è sempre stato in vantaggio nella seconda metà dell’anno [2019]. Non direi che l’argomento è finito. ” Comproprietario di Toro Rosso quando Vettel era nella squadra dal 2007-08, Berger ha visto il tedesco passare da essere una promessa ad essere un quattro volte campione del mondo. Eppure, nonostante la sua passione e la sua esperienza l’ex pilota teme che il tempo di Vettel nella squadra potrebbe presto finire.

“Fondamentalmente, la Ferrari è la più grande squadra con cui puoi stare. Come pilota è la squadra più bella con cui puoi lavorare. Ma devi anche essere preparato a padroneggiare determinate situazioni, forse con meno supporto che con un’altra squadra. Sei da solo. Lo svantaggio con gli italiani, e specialmente con la Ferrari, è che dimenticano il passato molto rapidamente e saltano sul cavallo successivo perché al momento sta andando bene. Ecco un giovane, parla perfettamente la lingua, è mezzo italiano e puoi vedere il futuro in lui. “Mentalmente, è già difficile gestirsi in questa squadra, ma Sebastian è un quattro volte campione del mondo e dovrà [gestire anche quello”.

Ti potrebbe interessare: Berger: “Non so se Binotto sia abbastanza per la Ferrari”

Notizie Correlate
Ferrari

Binotto: Vettel è la nostra prima scelta per il 2021

Ferrari

Vettel: "Mi aspetto dei passi in avanti quest'anno"

Ferrari

Ferrari: ecco la SF1000, la monoposto 2020 di F1

Ferrari

Camilleri ha sottolineato che la missione della Ferrari nel 2020 è vincere