News

Alfalink, sospensioni anteriori e sterzo semi-virtuale su Alfa Giulia

Brochure Giulia

In questo secondo articolo riguardante la nuova Giulia (vi invito a dare uno sguardo agli altri articoli qui) tratteremo dell’innovativo sistema di sospensioni anteriori e posterioriAlfalink. La produzione di tali sospensioni è affidata dall’italiana Magneti Marelli. Come sappiamo, la scelta delle sospensioni anteriori è di fondamentale importanza, non solo per il comfort generale e la tenuta di strada, ma anche perché le sospensioni anteriori fanno da tramite tra il telaio della vettura e le ruote sterzanti, e quindi assumono fondamentale importanza nella qualità e nelle caratteristiche dello sterzo.Nella Giulia all’anteriore troviamo una rivisitazione del quadrilatero, che la casa definisce “doppio braccio oscillante con asse di sterzo semi-virtuale. Ma come è composto questo quadrilatero?

Il quadrilatero della Giulia presenta un braccetto superiore indeformabile, mentre inferiormente il braccetto è sostituito da una doppia forcella o braccio oscillante, che garantisce diversi assi di sterzo: l’asse infatti passa per una cerniera fissa (in alto) e una cerniera “virtuale” dovuta al braccio sdoppiato (in basso), da qui la definizione di asse di sterzo “semi-virtuale”. Ma cosa comporta in termini pratici questa scelta?

Le sospensioni ad asse di sterzo semi-virtuale, nascono per offrire una diversa risposta dello sterzo in relazione alla velocità e all’angolo di sterzata che viene impostato dal guidatore. Tutto questo al fine di garantire la prestazione massima della gomma, massimizzando la capacità di contrastare i carichi trasversali a cui la gomma è soggetta durante la percorrenza della curva. Questo sistema è volto principalmente a consentire percorrenze più veloci e sicure delle curve, nonché uno sterzo preciso e diretto, al top della categoria.

Al posteriore troviamo invece il nuovo sistema “Alfalink”, un innovativo sistema multilink in alluminio, rivisitato e dotato di quattro bracci e mezzo, capace di vincolare i movimenti della ruota al solo moto di oscillazione verticale.Altra caratteristica importante del sistema Alfalink è la stabilizzazione integrata del differenziale.Tutto il sistema di sospensioni attive, viene poi gestito e adattato in base alle condizioni di guida e in base alla modalità selezionata con l’Alfa DNA Pro in maniera dinamica dal CDC.

Notizie Correlate
News

Alfa Romeo: il piano di due piccoli SUV

News

Addio alla Alfa Romeo 4C Spider: non sarà più prodotta!

News

Alfa Romeo GTV e 8C cancellate?

News

Alfa Romeo B-Suv: ecco cosa sappiamo