Alfa Romeo Racing, arrivano le preoccupazioni: “Le altre squadre potrebbero guadagnare 5 secondi nel 2022”

Le preoccupazioni di Alfa Romeo rispetto alle altre squadre in ottica 2022
Alfa Romeo Racing ha percorso più chilometri di tutti, dopo Mercedes nel 2020
Alfa Romeo Racing ha percorso più chilometri di tutti, dopo Mercedes nel 2020

Negli ultimi anni l’Alfa Romeo Racing ha mostrato molte ambizioni per il futuro. Antonio Giovinazzi e Kimi Räikkönen non dovranno aspettarsi molti aggiornamenti nella stagione in corso, poiché gli obiettivi dell’Alfa Romeo sono attualmente rivolti verso il 2022. Il budget cap non aiuta la situazione: i team investiranno maggiormente per li 2022 e il cambio regolamenti, rispetto a portare migliorie sulla vettura 2021. Infatti, si preferisce essere competitivi con un nuovo regolamento che durerà più anni, rispetto al solo 2021.

La squadra svizzera ha avuto una prima gara difficile in Bahrain. Mentre Giovinazzi ha perso i punti con un dodicesimo posto, Räikkönen ha fatto lo stesso con un undicesimo posto. Sebbene il prossimo Gran Premio di Imola vedrà alcuni aggiornamenti, l’Alfa Romeo sta già pensando al 2022.

Alfa Romeo Racing: l’obiettivo per il prossimo futuro è migliorare l’auto per il 2022

Ci sono ancora aggiornamenti per Imola, ma li abbiamo completati due o tre settimane fa“, ha spiegato ad Auto, Motor und Sport Jan Monchaux, Chief Technology Officer del team. “Gli ingegneri sono ora in fase di trasferimento verso il progetto 2022. Questo deve avvenire rapidamente, perché altrimenti le altre squadre guadagneranno improvvisamente cinque secondi“.

L’Alfa Romeo vuole evitare una situazione in cui il prossimo anno il team guiderà un’auto che non può competere con le altre squadre. “Per noi è estremamente importante costruire una macchina che sia lì, perché poi non senti più quell’handicap. Questo ci fa anche sperare per gli anni successivi, perché poi abbiamo solide basi per competere ai vertici delle posizioni di centrocampo. Allora non dovremo più lottare per le ultime regioni“.

Dunque, l’obiettivo sembra essere quello di provare a conquistare quanto meno il quarto posto nel mondiale costruttori, ovvero subito dietro i tre top team che sono Mercedes, RedBull, e Ferrari. Al momento tuttavia troviamo anche McLaren a poter insidiare il quarto posto, se non addirittura la terza posizione. Vedremo cosa succederà nelle prossime settimane e come si muoverà Alfa Romeo Racing.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share