Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo Racing: il nuovo simulatore prima di un altro anno e mezzo

Alfa Romeo Racing

Il nuovo simulatore di Formula 1 dell’Alfa Romeo Racing F1 non sarà pronto per circa un altro anno e mezzo. Sauber Motorsport ha investito le risorse in una galleria del vento di prim’ordine numerosi anni prima. Ha continuato investire in un simulatore di guida, facendo un danno innegabile in contrasto con i suoi avversari primari. Il capo tecnico Jan Monchaux di Alfa Romeo F1 ha ammesso che i lavori per il nuovo simulatore porteranno via ancora molto tempo. “Penso che dobbiamo essere realistici“, ha detto. “Alcuni grandi team hanno impiegato 10 anni per farlo bene. Ovviamente rispetto a 10 anni fa, la tecnologia è più avanzata e sicuramente più intelligente. Quindi, spero che tra un anno, tra un anno e mezzo, forse un po’ prima su alcune cose specifiche, possiamo iniziare a usarlo come uno strumento come tutti gli strumenti di simulazione che abbiamo. Sarà un lungo processo perché devi costantemente allinearlo con la realtà, con questi ragazzi, e assicurarti che ciò che provano con quella PlayStation grande e costosa sia in qualche modo realistico e in grado di allinearsi con quello che provano nella vera auto. Ed è tutt’altro che banale. Tra un anno, spero di poter dire di avere buone notizie”. 

Alfa Romeo Racing: le parole di Kubica

Il pilota di riserva Robert Kubica dovrebbe costruire il simulatore come uno dei suoi compiti fondamentali. Il suo viaggio a Barcellona mercoledì per i test è stato in misura limitata per aiutarlo a fornire un punto di riferimento con il veicolo reale. In ogni caso, la procedura di miglioramento è sbalorditiva. Mercoledì Kubica ha completato 59 giri con la C39. Ha segnato il giro veloce in 1:18.386, che era 1.410 più lento del leader Lewis Hamilton. Kubica ha chiuso al 13° posto.
Sarà un anno impegnativo“, ha detto Kubica. “Inoltre correrò anche nel DTM, quindi succederanno molte cose. Sicuramente una delle parti del mio lavoro qui è sulla buona strada. Siamo una squadra giovane per quanto riguarda il simulatore. Quindi cercheremo di svilupparlo al meglio, il che richiede sempre tempo e, per esperienza che ho con i simulatori, devi essere davvero paziente, ha detto. “Ma in F1 è difficile essere pazienti, ed è una specie di gara non solo in pista ma anche in fabbrica. Quindi sarà anche una grande sfida davanti a noi per quanto riguarda il simulatore e cercare di coprire la maggior parte del lavoro che posso fare e aiutare la squadra“, ha concluso.

Tatiana Calderon rimarrà in partnership con l’Alfa Romeo F1 in questa stagione, svolgendo il lavoro di collaudatrice. Calderon, 26 anni, è assunta dalla squadra dal 2017. Ha abbracciato un sacco di mostre e giornate di riprese in hardware di Formula 1.

Notizie Correlate
Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo: a Monza fuori dai punti in una gara che poteva darle di più

Alfa Romeo Racing

Tatiana Calderon parla del suo approdo in F1

Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo è carente in diverse aree con la C39 secondo Vasseur

Alfa Romeo Racing

Alfa Romeo, Anteprima GP Italia: "Serve più ritmo se vogliamo finire a punti"