Alfa Romeo ha riconquistato il suo posto a metà della griglia in F1 per Vasseur

Alfa Romeo ha riconquistato il suo posto a metà della griglia di Formula 1 quest’anno secondo il capo del team Frederic Vasseur
Alfa Romeo Racing - Frederic Vasseur
Alfa Romeo Racing – Frederic Vasseur

Alfa Romeo ha riconquistato il suo posto a metà della griglia di Formula 1 quest’anno nonostante non sia riuscita a ottenere punti nel Gran Premio del Bahrain, secondo il capo del team Frederic Vasseur. La squadra ha vissuto una stagione 2020 povera, segnando solo otto punti per raggiungere l’ottavo posto nel campionato costruttori, con il suo miglior risultato nel GP dell’Emilia Romagna, dove Kimi Raikkonen è stato nono.

Alfa Romeo ha riconquistato il suo posto a metà della griglia di Formula 1 quest’anno secondo il capo del team Frederic Vasseur

Ma nei test pre-stagionali, l’Alfa Romeo è emersa come una delle sorprese con l’auto C41, che ha lasciato intendere di essere un passo avanti rispetto alla vettura dello scorso anno. Il suo potenziale è stato confermato lo scorso fine settimana, quando Raikkonen e il compagno di squadra Antonio Giovinazzi hanno chiuso 11 ° e 12 °, appena fuori dalla zona punti.

La gara di Sakhir ha lasciato Vasseur convinto che i buoni risultati ora siano solo una questione di tempo. “Questa sera ci ha dato una forte indicazione dei progressi che abbiamo fatto negli ultimi 12 mesi”, ha detto Vasseur dopo la gara. “Abbiamo corso con autorità, lasciandoci alle spalle le monoposto Alpine e un’Aston Martin e finendo subito dietro all’altra Aston Martin.

“Anche se lasciamo il Bahrain senza punti, lo facciamo dopo aver riconquistato il nostro posto a centrocampo e i risultati arriveranno sicuramente presto. Abbiamo dimostrato di essere in grado di lottare dentro e intorno ai primi dieci e possiamo guardare con ottimismo per il resto della stagione. “E ‘stata una gara ricca di eventi, anche se il basso tasso di abbandono – solo due ritiri – significava che avevamo il nostro bel da fare quando miravamo a un posto in zona punti” ha continuato Vasseur.

“Prendiamo molti aspetti positivi, tuttavia, sapendo che possiamo andare alla prossima gara di Imola, tra due settimane, pronti a lottare di nuovo per un posto tra i primi 10”, ha aggiunto. Giovinazzi ha detto che il suo 12 ° posto era il massimo che poteva sperare in Bahrain, ma è stato anche incoraggiato dai progressi compiuti dall’Alfa Romeo.

“Penso che oggi quello che abbiamo fatto è stato il massimo che abbiamo potuto”, ha detto l’italiano. “AlphaTauri è ancora troppo veloce per noi, ma dobbiamo essere contenti perché rispetto allo scorso anno siamo migliorati molto.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share