Alfa Romeo B-SUV: il progetto potrebbe essere stato approvato

Il progetto potrebbe arrivare nel 2023?
Alfa Romeo B-SUV

Da diversi mesi, il progetto dell’Alfa Romeo B-SUV (noto anche come Alfa Romeo Brennero in rete) sembra essere finito in standby. A differenza del B-SUV di Jeep, già confermato ufficialmente, il nuovo entry level di Alfa Romeo non è ancora stato ufficializzato nonostante faccia parte del piano industriale di Alfa Romeo presentato nel 2019 (prima della fusione tra FCA e PSA).

In queste ultime ore, un portavoce di Stellantis in Polonia ha confermato che nel futuro dello stabilimento di Tychy ci sarà una nuova generazione di B-SUV (come già confermato lo scorso anno) e tra i modelli in arrivo ci sarà spazio anche per il nuovo B-SUV di Alfa Romeo. Il futuro entry level di casa Alfa Romeo, quindi, potrebbe finalmente aver ricevuto l’ok definitivo per l’avvio dei lavori di preproduzione.

Per una conferma ufficiale e definitiva, però, sarà necessario attendere il piano industriale di Alfa Romeo oppure un’esplicita dichiarazione del CEO di Alfa Romeo, Jean-Philippe Imparato, che, fino ad ora, non ha ancora dato l’ok ufficiale al nuovo entry level a cui ha solo raramente accennato nelle varie dichiarazioni rilasciate in questi mesi.

Sarà necessario, quindi, attendere ancora qualche mese (probabilmente) per una conferma ufficiale e definitiva in merito all’effettiva produzione del nuovo Alfa Romeo B-SUV, modello che, nei piani di FCA del 2019, doveva rappresentare la proposta d’ingresso della gamma SUV Alfa Romeo, affiancando Tonale e Stelvio, modelli rispettivamente di segmento C e D.

Alfa Romeo B-SUV potrebbe arrivare nel 2023
Alfa Romeo B-SUV potrebbe arrivare nel 2023

Alfa Romeo B-SUV: cosa sappiamo sul progetto

Le informazioni disponibili sul nuovo Alfa Romeo B-SUV sono poche ma molto precise. Il progetto, infatti, poggerà le basi sulla piattaforma CMP, punto di riferimento di tutti i modelli futuri di segmento B del gruppo Stellantis. La piattaforma è già stata utilizzata con successo da altri SUV di segmento B come la Peugeot 2008 e rappresenta la soluzione giusta per un modello di dimensioni ridotte, versatile e performante.

La presenza della CMP permetterà anche di realizzare una variante a zero emissioni del nuovo Alfa Romeo B-SUV. Questo modello, quindi, potrebbe essere il primo della gamma Alfa Romeo a poter contare su di una variante elettrica. Ricordiamo, infatti, che l’Alfa Romeo Tonale non sarà elettrico ma debutterà esclusivamente in una variante ibrida con sistema plug-in (oltre che in varianti mild hybrid).

Il progetto, secondo precedenti indiscrezioni, dovrebbe essere pronto nel corso del 2023. La data coincide con le recenti dichiarazioni di Imparato. Il CEO di Alfa Romeo, ricordiamo, ha confermato che ci sarà un lancio all’anno per la gamma Alfa Romeo. Il 2022 sarà l’anno del Tonale, che arriverà sul mercato a partire dal mese di giugno del prossimo anno, mentre per il 2023 non c’è ancora un progetto ufficializzato.

La realizzazione del B-SUV andrebbe a coprire un vuoto nella gamma Alfa Romeo, rappresentano la novità del 2023 del marchio italiano. Dal 2024, invece, la casa italiana potrebbe concentrarsi sui segmenti più alti con l’arrivo di modelli di segmento C (nuova Giulietta), segmento D (nuove Giulia e Stelvio) e segmento E.

Ulteriori dettagli in merito al futuro di Alfa Romeo e, in particolare, al nuovo B-SUV arriveranno nel corso delle prossime settimane. Il piano industriale dovrebbe essere rivelato ufficialmente entro la fine dell’anno. Continuate a seguirci per saperne di più.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share