Stellantis Saragozza prevede di raggiungere “emissioni zero” nel 2030

si è posta l’obiettivo di raggiungere le emissioni zero entro il 2030
Stellantis
Stellantis

Stellantis Saragozza vuole essere la prima fabbrica a raggiungere la decarbonizzazione in Spagna. All’interno di questo modello, la fabbrica si è posta l’obiettivo di raggiungere le emissioni zero entro il 2030, lo stesso periodo per il quale spera di ottenere il 100% di recupero dei rifiuti e un consumo di acqua inferiore a un metro cubo di acqua nel processo produttivo.

Figueruelas è un impianto “zero discarica” dal 2014 attraverso il riciclaggio, il riutilizzo e il recupero energetico di tutti i rifiuti. Inoltre, la casa automobilistica ha iniziato a implementare pratiche di economia circolare nella gestione dei pezzi di ricambio e nella progettazione degli imballaggi. Inoltre, una delle misure incluse nel modello Green Factory è l’indicatore Renatu sulla biodiversità applicato dallo stabilimento di Saragozza e secondo il quale vengono effettuate misure per la conservazione delle specie autoctone e xero-paesaggistica.

In questo stesso senso, il capo della fabbrica Stellantis di Saragozza, Manuel Munárriz , ha evidenziato che “il gruppo Stellantis ha una chiara strategia di elettrificazione, sia nei veicoli ibridi plug-in che nei veicoli elettrici”. “Lavoriamo su architetture miste di veicoli su cui è possibile montare l’una o l’altra tecnologia. In questo modo possiamo adattare la nostra produzione alla domanda del mercato”, ha spiegato.

Munárriz ha annunciato che l’obiettivo di Stellantis “è che entro il 2025 il 98% dei veicoli che vendiamo avrà una versione elettrica” . Ha ricordato che lo stabilimento di Saragozza è stato il primo a produrre un veicolo elettrico al 100% in modo industrializzato in Spagna, con l’e-Corsa.

“Questo ha significato per la fabbrica espandersi e iniziare a lavorare su altri aspetti della catena del valore che fino ad ora non avevamo. Un buon esempio è la creazione dell’officina batterie , con una capacità produttiva di circa 20 batterie all’ora, sufficiente per soddisfare tutta la domanda dell’attuale ritmo produttivo della Corsa elettrica e persino per iniziare a fornire batterie ai nostri colleghi dello stabilimento di Madrid “, ha affermato.

“Questa è stata un’opportunità anche per i fornitori dello stabilimento Stellantis che hanno creato nuove linee di assemblaggio per soddisfare le esigenze dei componenti delle batterie”, ha sottolineato Munárriz. Per raggiungere l’obiettivo di zero emissioni nel 2030, Stellantis ha installato un parco fotovoltaico a Figueruelas  con il quale prevede di coprire tra il 15% e il 20% del fabbisogno elettrico del processo produttivo della fabbrica grazie ai 19.2000 pannelli solari installati eviterà l’emissione in atmosfera di circa 2.200 tonnellate di anidride carbonica (CO2) all’anno.

Questo impianto solare fotovoltaico può fornire una potenza elettrica di 8,6 megawatt (MW) e copre un’area di quasi nove ettari. Stellantis sta già lavorando all’installazione di tre generatori eolici entro la fine di quest’anno, che insieme a una nuova fase dell’impianto fotovoltaico, forniranno i 20 MW per essere autosufficienti. L’obiettivo è raggiungere le emissioni zero entro il 2030.

Tuttavia, Stellantis prevede di espandere l’attuale impianto fotovoltaico con una nuova fase in cui vengono incorporati altri quattro ettari, che contribuiranno con altri 4,6 MW. Insieme ai 9 MW che saranno prodotti dalle tre turbine eoliche previste per la fine di quest’anno e agli 8,6 MW dei 19.200 pannelli solari già in funzione, raggiungerà i 20 MW necessari all’autosufficienza dello stabilimento. Si tratta in tutti i casi di potenze di punta, cioè quelle che si raggiungono in condizioni ottimali di sole e vento.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share