Raikkonen: “La F1 è ridicola se non si corre su piste davvero bagnate”

Kimi Raikkonen espone il suo punto di vista in termini di gare bagnate
Raikkonen:
Raikkonen

La Formula 1 era meglio equipaggiata per correre in condizioni di bagnato 18 anni fa rispetto a oggi, secondo Kimi Raikkonen. Il pilota dell’Alfa Romeo afferma che i cambiamenti nelle gomme hanno fatto sì che che le auto di Formula 1 non possano più correre quando le piste sono molto bagnate.
Il Gran Premio del Giappone di questo fine settimana si trova di fronte a un’interruzione da parte del super tifone Hagibis, che dovrebbe arrivare venerdì in ritardo e portare forti piogge per sabato. “Se le condizioni non saranno ottimali potrebbero annullare immediatamente il weekend“, ha detto Raikkonen.

Le parole di Kimi Raikkonen

Ovviamente sappiamo quanto siamo limitati con le gomme, sfortunatamente. Hanno bisogno di poca pioggia per funzionare, ma avremo l’aquaplaning, questo è il problema, quindi ovviamente hai un controllo della vettura pari a zero“.

Raikkonen ritiene che le condizioni molto bagnate in cui le auto di F1 erano solite correre al giorno d’oggi siano troppo per le gomme. “Nei primi giorni in cui ho iniziato poteva piovere molto forte e non abbiamo mai avuto problemi“, ha detto. “Quindi sicuramente le gomme non sono le migliori quando c’è acqua stagnante, ma purtroppo è così. Non sembra che ci sia molta acqua, a volte sembra davvero ridicolo che non possiamo correre. Ma è così“.

Numerosi piloti di Formula 1 si sono lamentati delle prestazioni delle gomme full wet di Pirelli nelle ultime stagioni. “Quando c’è un fiume, perdi il controllo assoluto dell’auto“, ha aggiunto Raikkonen.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share