La mitica pista della Fiat trasformata in un enorme giardino pensile

Fiat ha trasformato la sua leggendaria pista di prova sul tetto dell’ex stabilimento Lingotto di Torino in un enorme giardino pensile
Fiat
Fiat

Fiat, che fa parte del gruppo Stellantis, ha trasformato la sua leggendaria pista di prova sul tetto dell’ex stabilimento Lingotto di Torino in un enorme giardino pensile, un vero e proprio simbolo per un marchio automobilistico deciso a passare all’elettrico. “Cento anni fa questo luogo era un focolaio di inquinamento, con una pista di prova segreta e inaccessibile”, che ora è diventato “il più grande giardino pensile d’Europa, aperto a tutti”, ha detto mercoledì sera durante la sua inaugurazione il direttore generale del marchio, Olivier François.

Più di 40.000 impianti oggi ricoprono il tetto dello storico stabilimento, costruito tra il 1916 e il 1922, che cessò la produzione nel 1982, lasciando il posto a Mirafiori, l’altro grande stabilimento Fiat a Torino. Il giardino si estende su una superficie di 2,7 ettari, le dimensioni di tre campi da calcio. La pista di un tempo, dove le vetture Fiat venivano testate appena uscite dalle catene di montaggio, sarà ora riservata esclusivamente ai veicoli elettrici, ma anche a biciclette e scooter.

Per competere con Volkswagen, Renault o Volvo, che hanno presentato ambiziose roadmap elettriche all’inizio del 2021, Stellantis ha annunciato a luglio l’intenzione di investire 30 miliardi di euro nell’elettrificazione delle sue gamme entro il 2025 e nei software. Entro il 2030, con una gamma “con versioni quasi al 100% elettriche”, il sesto produttore mondiale intende vendere oltre il 70% di auto a basse emissioni (elettriche o ibride) in Europa.

La Fiat diventerà gradualmente elettrica al 100% “non appena il prezzo delle auto elettriche si avvicinerà a quello delle termiche”, cioè tra il 2025 e il 2030, secondo Olivier François. La nuova Fiat 500 elettrica ha già avuto i primi successi, totalizzando vendite di oltre 40.000 unità in Europa, di cui il 74% fuori dall’Italia, dal suo lancio nell’ottobre 2020.

In totale, Fiat ha “venduto un milione di veicoli dall’inizio del 2021”, in crescita del 36%, diventando così “il marchio leader del gruppo Stellantis”, ha annunciato il sig. François, dicendosi “ottimista” per il futuro “dopo dieci anni estremamente difficili”. “Il mio obiettivo è consolidare questa tendenza per il resto dell’anno, nonostante la carenza di semiconduttori” e “mantenere la nostra quota di mercato del 5% in Europa”, ha spiegato. “Dal 2023, Fiat svelerà almeno un nuovo modello all’anno, ciascuno disponibile in una versione completamente elettrica”, ha promesso.

Ti potrebbe interessare: Elkann conferma l’impegno di Stellantis a Mirafiori

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share