La Ferrari inizia a “flirtare” con il podio

In Spagna la Ferrari sembra fare progressi con Charles Leclerc che a lungo è stato vicino al podio
Ferrari
Ferrari

La Ferrari ha iniziato a ‘flirtare’ seriamente con posizioni da podio nel GP di Spagna di F1 del 2021. Charles Leclerc è stato in terza posizione per buona parte della gara, anche se alla fine Valtteri Bottas ha imposto la superiorità della sua Mercedes. La notizia migliore per quelli di Maranello è che Monaco sta arrivando… ed è un circuito che potrebbe essere molto buono per la SF21.

Le prestazioni dell’auto di quest’anno non hanno nulla a che fare con la SF1000. All’interno della struttura italiana ammettono di avere ancora un certo deficit rispetto alle rivali per quanto riguarda il propulsore, ma la vettura se la cava davvero bene nei settori tortuosi. Charles Leclerc e Carlos Sainz sono stati incaricati di confermarlo all’inizio della stagione.

È vero che, finora, il miglior risultato assoluto della Ferrari in questa stagione è arrivato a Imola – Leclerc quarto e Sainz quinto – dove erano anche molto vicini al podio, ma quel Gran Premio aveva condizioni molto delicate e sapevano come ottenere una fetta di esso. Non è stata una gara in condizioni “normali”, per così dire.

La prima opzione “reale” del podio è arrivata in Spagna. Leclerc è riuscito a superare Bottas in partenza ed è riuscito a mantenere la terza posizione per alcuni giri. Sì, era questione di tempo prima che il finlandese strappasse l’ultimo gradino del podio al monegasco, ma Charles ha superato in termini di ritmo la McLaren, l’Alpine e anche la Red Bull di Sergio Pérez.

In qualsiasi altro circuito, con condizioni complicate – come a Imola – forse questo dettaglio passerebbe un po’ inosservato. Ma stiamo parlando di Barcellona, ​​che è come il ‘test del cotone’ per le vetture di Formula 1: un circuito che non ‘mente’ quando si tratta di analizzare le monoposto per le diverse caratteristiche dei suoi tre settori. La Ferrari, nella sua lotta per la testa del gruppo di mezzo, ha mostrato evidenti miglioramenti nel GP di Spagna. È ancora al quarto posto nel Campionato Costruttori, a soli cinque punti dalla McLaren, ma la sensazione che ha dato la SF21 è di superiorità rispetto alle avversarie.

È vero che Carlos Sainz non poteva che essere settimo, bloccato in un gruppo stretto su un circuito dove è difficile sorpassare, ma va ricordato che non è ancora del tutto adattato alla macchina e, inoltre, Carlos stesso è sembrato essere “più veloce di McLaren e Alpine “per tutta la gara. C’è ancora spazio per miglioramenti. Come abbiamo detto poche righe sopra, la SF21 è un’auto che si comporta molto bene nei settori tortuosi. Leclerc, ad esempio, questo venerdì ha segnato il miglior terzo settore della giornata a Barcellona … e questo settore è solitamente una buona indicazione per quello che si vedrà al GP di Monaco. Il team di Maranello comincia a rialzare la testa.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share