Jeep

Jeep Renegade: ecco la versione limited 1.8 AT

Jeep Renegade: ecco la versione limited 1.8 AT

Ben equipaggiata, questa versione si distingue per l’equipaggiamento particolarmente assortito e per gli articoli di comfort e sicurezza. Prestazioni e consumi sono i punti chiave della Jeep Renegade 1.8 Flex. Per la linea 2020, le principali novità sono i nuovi fari a LED, di serie in tutte le versioni (tranne Sport flex) e l’optional del rivestimento interno in pelle marrone. Dalla gamma 2019, le versioni Renegade del motore 1.8 Flex hanno un nuovo paraurti, il cui angolo di attacco è aumentato da 21° a 28°. Inoltre, le sette fessure nella griglia anteriore erano più larghe e di forma più rettangolare. Tutte le versioni hanno ottenuto cerchi in lega con nuovi design e catarifrangenti laterali in cristallo (prima erano giallastri). Alla Renegade Limited, le ruote sono da 19 pollici, con l’optional di averle bicolore, a seconda del colore della carrozzeria.

A partire dalla versione Longitude, Renegade offre Uconnect media center da 8,4” (lo stesso di Jeep Compass) con connettività Android Auto/Apple CarPlay, che consente di accedere ad app come Waze, Google Maps, Deezer e Spotify. La capacità del bagagliaio del Renegade, che era già stata aumentata da 260 litri a 273 litri alla fine del 2016, è salita a 320 litri sulla linea del 2019.

Nuova Jeep Renegare: le novità

La maniglia di apertura del cofano posteriore è più ergonomica, con un aspetto prominente e pratico (già noto in Jeep Compass). La console centrale è stata modificata per migliorare la praticità, con più spazio, riposizionamento dei comandi del climatizzatore e una piccola cavità per riporre uno smartphone. Ha anche controlli di stabilità e trazione, sospensioni a quattro ruote indipendenti e freno di stazionamento elettronico in tutte le versioni. Il sistema infotainment Uconnect da 8,4″ consente di accedere al condizionatore d’aria toccando il monitor o utilizzando i comandi vocali. Il tempo di raffreddamento dell’abitacolo è stato del 20% più veloce. La seconda porta USB, disponibile per gli occupanti dei sedili posteriori, migliora il comfort nell’ambiente interno.

I cambiamenti nell’area frontale, sebbene lievi, hanno reso la Renegade più simile alla Wrangler. La finitura interna dell’abitacolo è molto buona considerando il segmento SUV compatto. C’è il rivestimento gommato su vari componenti del pannello. Il sistema start-stop standard si arresta automaticamente e avvia il motore in tutte le versioni, favorendo il risparmio di carburante. Il gruppo di sospensioni offre un basso livello di vibrazioni all’interno dell’abitacolo e consente un buon equilibrio tra comfort e stabilità.

Notizie Correlate
Jeep

Jeep Gladiator ottiene tre stelle ANCAP nei crash test

Jeep

Questa sarà la nuova Jeep Grand Cherokee

Jeep

FCA annuncia il richiamo di Jeep Cherokee in Brasile

Jeep

Questa è la nuova Jeep Renegade Moab