Jeep

Jeep Renegade: ecco la versione limited 1.8 AT

Jeep Renegade: ecco la versione limited 1.8 AT

Ben equipaggiata, questa versione si distingue per l’equipaggiamento particolarmente assortito e per gli articoli di comfort e sicurezza. Prestazioni e consumi sono i punti chiave della Jeep Renegade 1.8 Flex. Per la linea 2020, le principali novità sono i nuovi fari a LED, di serie in tutte le versioni (tranne Sport flex) e l’optional del rivestimento interno in pelle marrone. Dalla gamma 2019, le versioni Renegade del motore 1.8 Flex hanno un nuovo paraurti, il cui angolo di attacco è aumentato da 21° a 28°. Inoltre, le sette fessure nella griglia anteriore erano più larghe e di forma più rettangolare. Tutte le versioni hanno ottenuto cerchi in lega con nuovi design e catarifrangenti laterali in cristallo (prima erano giallastri). Alla Renegade Limited, le ruote sono da 19 pollici, con l’optional di averle bicolore, a seconda del colore della carrozzeria.

A partire dalla versione Longitude, Renegade offre Uconnect media center da 8,4” (lo stesso di Jeep Compass) con connettività Android Auto/Apple CarPlay, che consente di accedere ad app come Waze, Google Maps, Deezer e Spotify. La capacità del bagagliaio del Renegade, che era già stata aumentata da 260 litri a 273 litri alla fine del 2016, è salita a 320 litri sulla linea del 2019.

Nuova Jeep Renegare: le novità

La maniglia di apertura del cofano posteriore è più ergonomica, con un aspetto prominente e pratico (già noto in Jeep Compass). La console centrale è stata modificata per migliorare la praticità, con più spazio, riposizionamento dei comandi del climatizzatore e una piccola cavità per riporre uno smartphone. Ha anche controlli di stabilità e trazione, sospensioni a quattro ruote indipendenti e freno di stazionamento elettronico in tutte le versioni. Il sistema infotainment Uconnect da 8,4″ consente di accedere al condizionatore d’aria toccando il monitor o utilizzando i comandi vocali. Il tempo di raffreddamento dell’abitacolo è stato del 20% più veloce. La seconda porta USB, disponibile per gli occupanti dei sedili posteriori, migliora il comfort nell’ambiente interno.

I cambiamenti nell’area frontale, sebbene lievi, hanno reso la Renegade più simile alla Wrangler. La finitura interna dell’abitacolo è molto buona considerando il segmento SUV compatto. C’è il rivestimento gommato su vari componenti del pannello. Il sistema start-stop standard si arresta automaticamente e avvia il motore in tutte le versioni, favorendo il risparmio di carburante. Il gruppo di sospensioni offre un basso livello di vibrazioni all’interno dell’abitacolo e consente un buon equilibrio tra comfort e stabilità.

Notizie Correlate
Jeep

Messico: 600 mila Jeep Compass costruite

Jeep

Jeep Renegade protagonista al FiftyFifty Lab di Bruxelles

Jeep

Jeep Wrangler guadagna il decimo premio consecutivo SEMA "4x4 / SUV dell'anno"

Jeep

Jeep: ecco le versioni speciali "Three O Five"