GP Stati Uniti: le interviste del venerdì alla Ferrari

Intervista a Leclerc e Vettel nel venerdì del GP degli Stati Uniti
GP Stati Uniti: le interviste del venerdì alla Ferrari
GP Stati Uniti: le interviste del venerdì alla Ferrari

Nella prima sessione di prove libere del GP degli Stati Uniti i piloti della Scuderia Ferrari sono scesi in pista con gli pneumatici di prova 2020 forniti a tutti i team da Pirelli. Sebastian non ha avuto particolari difficoltà, ma Charles ha avuto un problema al pedale dell’acceleratore, dopo aver colpito un dosso sulla pista. Ciò significa che ha perso circa 30 minuti di tempo per effettuare le riparazioni. Dopodiché, Leclerc è rientrato nuovamente in pista sulle gomme di prova 2020, prima di passare alle Soft, con cui entrambi i piloti hanno stabilito i loro tempi migliori: Vettel ha segnato 1:34.226 e Leclerc 1:34.126. Tuttavia, il tempo del Monegasco è stato cancellato dalla Direzione di gara in quanto si riteneva non avesse rispettato i limiti della pista, quindi il suo miglior tempo è stato di 1:35.380 impostato sugli pneumatici di prova 2020.

Nella sessione pomeridiana, Leclerc e Vettel hanno iniziato le prove di qualificazione, stabilendo il miglior tempo della giornata: Leclerc 1:33.533 e Vettel 1:33.890. Quindi, nella seconda metà della sessione, le vetture hanno corso in configurazione di gara, effettuando i soliti lunghi run e una valutazione delle diverse mescole degli pneumatici. Seb gestiva le mescole Hard e Soft, mentre Charles era su quelle Medie e Soft. Come accennato in precedenza, i piloti hanno dovuto affrontare una superficie della pista molto accidentata, leggermente peggiore rispetto allo scorso anno, quindi i team hanno dovuto adattarsi a questo, avvisando i piloti su come affrontare i punti di frenata e cambio di marcia.

GP Stati Uniti: intervista ai piloti Ferrari

Charles Leclerc:Nel complesso, penso che sia stata una giornata positiva. Nonostante la battuta d’arresto che ho avuto in FP1, dove il mio giro più veloce è stato cancellato e ho avuto un problema con l’acceleratore, la macchina si guidava bene, soprattutto nelle prove di qualificazione. La pista era accidentata, qualcosa di un po’ insolito in Formula 1, ma ci adatteremo ad esso durante il fine settimana. Abbiamo ancora del lavoro da fare per migliorare il nostro ritmo di gara e i nostri concorrenti si sono rivelati abbastanza forti in quel reparto oggi, quindi vedremo dove ci troviamo domani“.

Sebastian Vettel: “È sempre divertente qui ad Austin. La pista non è nella forma migliore a causa dei suoi dossi. Ma è questo che la rende un po’ speciale e più complicata per noi. Ma io non penso che possano fare qualcosa per risolvere ora il problema. L’auto è stata buona per cominciare, il che è positivo, ma poi abbiamo provato alcune cose che non sembravano funzionare così bene. Ma capiamo cosa dobbiamo fare, speriamo che per domani possiamo migliorare in termini velocità in qualifica ma penso che in gara abbiamo un po’ di più da fare. Conosciamo i nostri punti di forza e di debolezza e in che modo possiamo mascherare un po’ le debolezze, mentre è più difficile per noi adattarci alla configurazione da gara. Tuttavia, sono abbastanza fiducioso di poter migliorare la macchina. Ci concentreremo su questo e vedere cosa possiamo ottenere“.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti
Total
0
Share