GP Belgio: anteprima Alfa Romeo Racing

Il GP del Belgio si prevede entusiasmante. Ecco le interviste ai piloti Alfa Romeo Racing
GP Belgio: anteprima Alfa Romeo Racing
GP Belgio: anteprima Alfa Romeo Racing

Le batterie sono cariche, i serbatoi si sono riempiti, le luci sul cruscotto tutte verdi. Qualunque sia la metafora, il concetto di base resta lo stesso: la pausa estiva è stata una gradita spinta per tutta la squadra. Dopo un incredibile numero di gare nell’ultimo anno, la possibilità di fare un passo indietro, riorganizzarsi e rilassarsi per un paio di settimane ha permesso a tutti nello sport di ricucire corpo e mente e prepararsi per l’impegnativa seconda metà della stagione.

Ti aspetta una grande serie di gare, tutte per cui lottare in ogni evento e per la classifica del campionato. Si riparte con un circuito storico che è quello di Spa-Francorchamps per il GP Belgio. Il circuito nella foresta delle Ardenne non ha bisogno di presentazioni: uno dei capisaldi del calendario dalla primissima stagione nel 1950 (solo altre quattro sedi hanno più gare iridate all’attivo), Spa ha visto scrivere pagine incredibili della storia del nostro sport . L’Alfa Romeo ha contribuito all’orgogliosa eredità della pista, con entrambe le edizioni del 1950 e del 1951 vinte da vetture Alfa Romeo – Juan Manuel Fangio e Nino Farina che hanno scritto i loro nomi nel libro dei vincitori.

I 44 giri di gara di questo fine settimana saranno una prova di uomini e macchine importante: Spa è ancora una pista vecchia scuola che punisce gli errori e dove un po’ di magia – nell’abitacolo, al muretto dei box – può essere premiata. Con un triplo appuntamento che ci porta anche in Olanda e Monza, e con corpo e mente rinfrescati, le squadre sono pronte a tornare a far rombare i motori.

GP Belgio: le interviste ai piloti

Kimi Raikkonen: “Mi è piaciuto il tempo libero: passare così tanto tempo con la famiglia non è qualcosa che facciamo spesso, quindi ho fatto in modo di sfruttarlo al meglio. Adesso, però, le vacanze sembrano già passate e non vedo l’ora di tornare a correre: Spa è il posto perfetto dove tornare, è una bella pista dove si fanno delle belle gare e le domeniche possono essere imprevedibili. La situazione in pista sarà simile a prima dell’estate: dobbiamo essere vigili e sfruttare al meglio la nostra macchina e le circostanze e possiamo portare a casa un buon risultato“.

Antonio Giovinazzi: “Ho trascorso alcune settimane con la famiglia e gli amici, che è sempre una bella cosa da fare quando hai un calendario così fitto. La pausa estiva è stata una buona occasione per allenarmi un po’ ma soprattutto recuperare, fisicamente e mentalmente, dai primi sette mesi di stagione: è stata una bella pausa e mi sento bene, ma non vedo l’ora di tornare in macchina. Spa è una pista epica, dove senti che il pilota può fare una grande differenza, e voglio iniziare la seconda parte della stagione nel miglior modo possibile. Siamo motivati a fare del nostro meglio“.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share