Gigafactory di Mirafiori: l’Unione industriale di Torino sostiene il progetto

Ecco le parole del presidente dell’Unione industriale di Torino, Giorgio Marsiaj
stellantis-gigafactory

La terza Gigafactory europea di Stellantis continua ad essere uno dei temi caldi delle cronache economiche. Il nuovo stabilimento, come noto, dovrebbe essere realizzato in Italia dopo che il nostro Paese, grazie anche al sostegno del Governo che ha promesso contributi al progetto, ha superato la concorrenza della Spagna. Il gruppo Stellantis ha già due stabilimenti di produzione di batterie in fase di costruzione in Europa, uno in Francia ed uno in Germania (entrambi avviati da PSA con il supporto dei rispettivi Governi).

Il terzo stabilimento per produrre batterie in Europa è, quindi, un progetto importantissimo e potrebbe cambiare gli equilibri futuri tra i vari stabilimenti produttivi di Stellantis, garantendo un incremento dei livelli occupazionali. La sede più probabile per la realizzazione dello stabilimento è Mirafiori, uno dei siti produttivi di riferimento del gruppo in Italia e già sede di produzione della nuova Fiat 500 Elettrica e, in futuro, di diversi modelli a zero emissioni firmati Maserati.

In merito alla realizzazione della Gigafactory si registra oggi l’intervento del presidente dell’Unione industriale di Torino, Giorgio Marsiaj, che si unisce al coro di sostegno alla realizzazione dell’impianto in Italia e, in particolare, a Mirafiori. Ecco quanto dichiarato da Marsiaj: “La gigafactory è un must, non dobbiamo perdere questa opportunità che potrebbe avere una ricaduta importantissima sull’indotto Paese e se fosse qui a Torino, a Mirafiori, potrebbe essere effettivamente molto significativo, si parla di alcune migliaia di posti di lavoro che verrebbero a crearsi”.

Il presidente dell’Unione industriale di Torino sottolinea l’importanza di realizzare il progetto a Mirafiori mettendo in evidenza che: “Mirafiori già possiede un piccolo hub di batterie, oltretutto la nostra area dispone di un network molto articolato di competenze che sono necessarie per gestire e garantire l’alimentazione della Gigafactory“. Le basi di partenza per la realizzazione del nuovo impianto, quindi, ci sarebbero. Toccherà a Stellantis l’ultima parola.

Gigafactory di Stellantis: com’è la situazione

Nelle ultime settimane, il progetto di realizzazione della Gigafactory in Italia è diventato sempre più probabile. Le sedi candidate sono due: Mirafiori e Melfi. Al momento, Mirafiori, già individuato da FCA come riferimento della produzione di auto elettriche, appare la sede più probabile per la realizzazione del progetto ma una conferma, per ora, non c’è.

L’appuntamento da segnare in calendario è quello del prossimo 8 di luglio. In questa data, infatti, si svolgerà l’EV Day 2021. Si tratta di un evento speciale in cui Stellantis rivelerà la sua strategia di elettrificazione che rappresenterà il riferimento della sua produzione futura. Nel corso di tale evento, secondo alcune indiscrezioni, potrebbe arrivare la conferma ufficiale in merito alla realizzazione della Gigafactory in Italia.

Tale conferma sembra sempre più probabile e garantirà un’immeditata ripresa per le attività produttive a Mirafiori. Lo stabilimento, grazie ai nuovi investimenti, dovrebbe continuare a crescere diventando, sempre di più, un riferimento delle attività del gruppo in Italia. Maggiori dettagli sulla situazione arriveranno di certo nei prossimi giorni. Continuate a seguirci per saperne di più.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share