Fiat Chrysler richiama 1,6 milioni di veicoli a causa degli airbag Takata

Fiat Chrysler
Fiat Chrysler

Il rischio di esplosione degli airbag prodotti dal produttore giapponese Takata continua a tormentare le case automobilistiche. Un giorno dopo che Toyota ha annunciato di aver richiamato 1,7 milioni di auto per affrontare il problema, anche Fiat Chrysler giovedì ha richiamato 1,6 milioni di veicoli. Il gigante automobilistico italo americano ha dichiarato che i gonfiatori degli air bag per i passeggeri anteriori possono essere pericolosi. I gonfiatori Takata possono esplodere con troppa forza, lanciando schegge a guidatori e passeggeri. Almeno 23 persone sono morte a causa del problema in tutto il mondo.

Il richiamo riguarda i seguenti modelli e anni di Fiat Chrysler:

Jeep Wrangler 2010/2016
Pick up Ram 3500 2010 e 4500/5500
Pickcup Dodge Dakota 2010-2011
Dodge Challenger 2010-2014
Dodge Charger berlina 2011-2015
Chrysler 300 berlina 2010-2015

I proprietari delle auto di Fiat Chrysler possono verificare se il loro veicolo è stato richiamato presso il sito designato della società e chiamare il numero (866) 220-6765 per fissare un appuntamento per riparare gli airbag. Questo fa parte della più grande serie di richiami automobilistici nella storia degli Stati Uniti. Circa 10 milioni di inflatori sono stati richiamati quest’anno. Già Ford, Honda e Toyota hanno emesso richiami nell’ultimo anno. I regolatori dei trasporti federali sostengono che un’esposizione prolungata ad alto calore e umidità può far esplodere gli airbag Takata. Più di tre anni dopo che l’Amministrazione nazionale per la sicurezza del traffico stradale statunitense ha assunto la gestione dei richiami relativi ai gonfiatori di Takata, un terzo dei gonfiatori richiamati non è stato ancora sostituito, secondo un rapporto annuale del governo. Il rapporto diceva che 16,7 milioni di gonfiatori difettosi su 50 milioni in attesa di ritiro devono ancora essere riparati.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share