Charles Leclerc - Ferrari

Charles Leclerc non avrebbe sofferto di un problema al MGU-H del suo motore in Bahrain. Quello che ha impedito al monegasco di raggiungere la sua prima vittoria in Formula 1 con la Ferrari a Sakhir è stato un problema ad un cilindro e non al sistema di recupero di energia, come inteso dalle comunicazioni radio della squadra.

Charles Leclerc ha mancato la vittoria negli ultimi giri della gara del Bahrain, in cui ha subito un improvviso calo di potenza. Sebbene i messaggi radio della Ferrari abbiano fatto credere a un possibile fallimento del MGU-H, Mattia Binotto ha chiarito che si trattava di un problema ad un cilindro del motore a combustione.

La Scuderia ora cercherà la causa di questo problema al motore a Maranello e dedicherà anche le libere del venerdì del Gran Premio della Cina per capire cosa è successo. “Ora stiamo ancora verificando il motore, quindi abbiamo una chiara spiegazione di quello che è successo. E’ un problema al motore. Abbiamo avuto una combustione fallita in un cilindro, ma ancora dobbiamo capire cosa è successo,” ha detto Binotto.

“Porteremo il motore a Maranello per fare qualche controllo perché quando qualcosa come questa accade, è necessario prendere del tempo e fare valutazioni corrette, ma comunque il motore ha funzionato fino alla fine della gara. Quindi lo useremo venerdì in Cina e avremo tutto il giorno per studiarne comportamento, prestazioni e affidabilità”, ha aggiunto il numero uno di Ferrari.

Ti potrebbe interessare: Vettel: credo in me stesso e nella Ferrari più che mai