Sainz: i problemi delle gomme al Paul Ricard potrebbero tornare a Silverstone

Carlos Sainz esprime il suo punto di vista sulle possibilità che avrà la Ferrari in gara
Carlos Sainz
Carlos Sainz

Carlos Sainz è sceso dal quinto posto in griglia al Paul Ricard il mese scorso fino all’undicesimo posto, uscendo fuori dalla zona punti. Il problema era da attribuire al degrado della gomma anteriore. La Ferrari si è ripresa l’ultima volta al Red Bull Ring, andando a punti con entrambe le vetture nei due round austriaci.

Sainz sospetta che la ripresa di forma della Ferrari durante le gare in Austria sia dovuta allo stress sulle gomme posteriori, piuttosto che sulle anteriori, cosa che non accadrà a Silverstone. “Penso che la competitività che abbiamo visto in Austria sia dovuta principalmente alle caratteristiche della pista. Quindi per farla semplice per voi ragazzi, Silverstone e Paul Ricard che porta problemi all’anteriore, il che significa che si degradano molto le gomme anteriori e mi aspetto di soffrire un po’ in gara perché degradiamo gli pneumatici anteriori”, ha detto Sainz.

Paul Ricard e Silverstone circuiti simili secondo Carlos Sainz. Cosa ci aspetta?

In Austria si degradano le gomme posteriori, ed è per questo che pensiamo di essere stati relativamente competitivi in ​​gara perché in realtà stiamo meglio con le gomme posteriori. Quindi no, non credo che ci aiuterà avere una doppia gara, semmai renderà le cose più impegnative”.

Sainz afferma che sarà importante che la Ferrari sia in grado di “partire con slancio”. “Sì, normalmente è un circuito che penalizza l’anteriore, se non fa troppo caldo. Infatti le gomme anteriori si degradano e si consumano eccessivamente, quindi ne siamo consapevoli, e sappiamo che questo potrebbe essere un grosso limite per noi questo weekend, ecco perché parlavo di strategia, di gomme, e simili”, ha spiegato Sainz.

Conosciamo i nostri limiti, sappiamo che possiamo lottare su questo tipo di circuiti, quindi dobbiamo essere al top per iniziare a correre“. Il compagno di squadra Charles Leclerc è fiducioso che il nuovo format di gara sprint giocherà a favore della Ferrari poiché crede che sia una delle migliori squadre a portare la sua auto nelle migliori condizioni dalla prima sessione di prove.

È stato molto diverso“, ha aggiunto Leclerc. “Prima di tutto abbiamo svolto il programma del weekend che è molto diverso da quello a cui siamo abituati e le FP1 sono state cruciali. Penso che sarà piuttosto impegnativo ma è molto, molto importante capire subito la macchina perché sarà quella che useremo per il resto del fine settimana. Di solito questo è uno dei nostri punti di forza”.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share