Ferrari

Brawn: “Schumacher e Hamilton entrambi di grande talento”

Brawn: "Schumacher e Hamilton entrambi di grande talento"

Pur riconoscendo il talento di Hamilton e Schumacher, l’amministratore delegato della F1, Ross Brawn, che ha lavorato con entrambi, insiste sul fatto che alla fine i due non possono essere confrontati realisticamente. “Hanno entrambi un grande talento in quello che fanno in macchina“, ha detto il britannico, “e in quei momenti in cui tirano fuori qualcosa dal nulla. Alcuni dei giri di qualifica che Lewis ha fatto hanno lasciato la squadra senza parole“, ha continuato. “Michael era lo stesso, a volte ci sono solo quei piloti che possono farlo”.

Le parole di Ross Brawn

Lewis se lo è meritato“, ha detto di Hamilton, che ha solo sette vittorie dal record di 91 primi posti di Schumacher, “si è meritato tutti i campionati che ha vinto. Si è trovato nella squadra giusta al momento giusto ed è a massime prestazioni. Non commette errori ed è un pilota fantastico, le sue prestazioni sono eccezionali “.

Per coloro che insistono sul fatto che Hamilton, come Schumacher, stia accumulando i titoli perché ha la macchina migliore, Brawn ha detto: “Non è che Lewis stia vincendo per fortuna. Sta vincendo perché sta facendo un lavoro fantastico e tu hai per dargli credito“. Brawn, che era con Schumacher a Benetton e Ferrari per tutti e sette i titoli tedeschi, ed era capo squadra alla Mercedes quando Hamilton si unì alla squadra della McLaren, dice che è impossibile confrontare i risultati della coppia a causa del fatto che hanno corso in epoche diverse.

Erano macchine diverse, epoche diverse, competizione diversa“, ha detto. “Lewis è incredibilmente professionale, dedicato e impegnato, ma Michael ha avuto un’intensità di dettaglio nei confronti dell’auto che Lewis non ha bisogno. Michael è nato in un’era in cui non c’era la tecnologia che esiste adesso“, ha continuato. “L’analisi dei dati era piuttosto rozza. Ora il pilota esce dall’auto e l’ingegnere ha un’analisi del comportamento dell’auto in ogni curva. Quando ho lavorato per la prima volta con Michael, avevamo un foglio con i numeri delle curve e ha dovuto spiegare dove aveva sottosterzo o sovrasterzo e lo analizzavamo“.

Notizie Correlate
Ferrari

"Leclerc è il miglior pilota non appartenente alla Red Bull Academy"

Ferrari

Ferrari: se Giovinazzi andasse in Ferrari al posto di Vettel nel 2021?

Ferrari

Ferrari: la politica della F1 è stato il nostro punto debole nel 2019

Ferrari

Sebastian Vettel siede per la prima volta sulla Ferrari del 2020