Ferrari

Binotto: “Abbiamo provato la legalità del motore”

Mattia Binotto

Sebbene la Ferrari e la FIA insistano sul fatto che il motore fosse legale, i fan e gran parte dei media indicano l’ovvio calo delle prestazioni una volta che le direttive tecniche hanno iniziato a fluire come “prova” che qualcosa non andava. Tuttavia, parlando durante il pranzo mediatico della sua squadra, il Team Principal Mattia Binotto insiste sul fatto che la legalità del motore è stata dimostrata oltre ogni dubbio.

Intervista a Mattia Binotto

Se guardo tutta la stagione, siamo stati una delle squadre più controllate, sia prima che dopo che il regolamento fosse stato elaborato“, ha detto. “Quando hai ottenuto un vantaggio in termini di prestazioni, e certamente lo abbiamo avuto per tutta la stagione perché abbiamo avuto un vantaggio in termini di potenza rispetto ai nostri concorrenti sin dalla prima gara, essere controllati è normale ed è in qualche modo buono perché attraverso i controlli puoi dimostrare la tua legalità dopo l’emissione della norma tecnica. Il numero di controlli sulle nostre auto si è moltiplicato“, ha continuato, “i risultati sono stati mostrati alla FIA e i dettagli sono stati discussi. Quindi è stato fatto tutto ciò che avrebbe potuto essere fatto attraverso la collaborazione con la FIA. Non abbiamo mai cambiato il nostro modo di far funzionare il motore per l’ultima parte della stagione“, insiste, “dimostrando che la nostra power unit è completamente legale. Se così non fosse stato, se ci fosse stata una non legalità, sarebbe saltata al primo controllo“. Guardando indietro alla prima stagione della formula ibrida, Binotto sottolinea che con il dominio Mercedes (in termini di motore) i dubbi sollevati erano simili. “Nel primo anno di formula ibrida eravamo a corto di potenza. All’epoca era semplicemente una questione di chiarimenti, una questione di affrontare ulteriormente le normative e più discussioni. Ma questo è esattamente ciò che può accadere in F1 quando hai un vantaggio competitivo. Nel 2014, abbiamo avuto un grande divario con la Mercedes, che ricordo al momento era superiore a 80 cavalli e l’abbiamo riconosciuta. Abbiamo dedicato molti sforzi e investimenti alla nostra power unit per cercare di migliorarla”.

 

Notizie Correlate
Ferrari

L'esclusiva Ferrari Monza ora più radicale e con 840 CV grazie a Novitec

Ferrari

L'auto speciale Ferrari realizzata per un cliente

Ferrari

Ferrari svela la versione modificata del bestseller Portofino

Ferrari

Ferrari GTC4Lusso: addio al sostituto della Ferrari FF