Arriva la nuova Opel Astra: ecco tutto quello che c’è da sapere

E’ stata finalmente svelata la nuova Opel Astra ecco tutto quello che sappiamo sulla sesta generazione della compatta
Nuova Opel Astra
Nuova Opel Astra

Il restyling della gamma Opel prosegue con un tassello molto grande: la presentazione della nuova Opel Astra. E per questa sesta generazione, la compatta cambia tutto, così da non essere più legata all’ex proprietario, General Motors. La nuova Astra è stata progettata secondo un principio caro a Carlos Tavares, quello della vettura gemella. Gli ingegneri e i designer di Opel non hanno davvero iniziato con un foglio bianco. Hanno rilevato la base e la struttura della nuova Peugeot 308.

Svelata la nuova Opel Astra: cambiamento radicale

La nuova Opel Astra è derivata dalla nuova 308, ma non si vede. O quasi. Gli occhi più attenti noteranno che i ritagli delle ante sono simili. Ma gli stilisti tedeschi hanno fatto un ottimo lavoro nel nascondere il terreno comune e dare ad Astra una personalità distinta. La sesta Astra è più sobria della cugina, un modo per sedurre una clientela diversa, che ama lo stile germanico. Ma come la Leonessa, la Opel è più spigolosa di quella che sostituisce. È anche più atletica, con ad esempio ali ben marcate.

La nuova Opel Astra adotta ovviamente il nuovo design Opel, inaugurato lo scorso anno dalla Mokka. C’è quindi nella parte anteriore la griglia Vizor, che forma un blocco con l’ottica. Si noti che qui la griglia è discretamente perforata per garantire il raffreddamento del motore. Di profilo, l’elemento forte è il montante C molto inclinato, porta dinamismo. L’effetto è rafforzato da un tetto che si tuffa verso la parte posteriore. Luci raffinate a poppa. La lunghezza del veicolo non cambia, cioè 4,37 metri. L’Astra era già un grande pilota nella categoria.

Anche l’interno della nuova Opel Astra appare rivoluzionato. La compatta di Opel adotta il Pure Panel, un insieme di due schermi da 10 pollici, uno per la strumentazione (nella classica posizione al volante) e uno per l’infotainment, senza calotta sopra. L’elemento integra discretamente l’aeratore sinistro. Sotto lo schermo centrale, c’è una fila di pulsanti per creare scorciatoie. L’atmosfera è raffinata. Inoltre, sul tunnel centrale, è presente solo un piccolo selettore per il cambio automatico. I progettisti hanno moltiplicato gli elementi decorativi, sarà quindi necessario garantire la qualità degli assemblaggi. Il passo guadagna solo 13 mm, a 2.675 metri. La vivibilità non dovrebbe cambiare molto. Bagagliaio laterale, Opel annuncia un volume di 422 litri.

Il cambio generazionale è ovviamente l’occasione per aggiornare la dotazione, con in particolare la guida semi-autonoma Intelli-Drive, che combina l’azione del cruise control adattivo (con funzione Stop&Go sui cambi automatici) e il mantenimento della corsia. C’è anche il monitoraggio dell’angolo cieco a lungo raggio, il riconoscimento dei segnali, l’allarme sul traffico posteriore, il display head-up, la visione a 360 °. Come la vecchia, la nuova Astra offrirà ottiche a LED di tipo Matrix, ma in una versione notevolmente migliorata. Ogni faro avrà 84 LED indipendenti, che consentono di adattare finemente il fascio di luce alle condizioni del traffico.

La sesta generazione di Astra sarà la prima ad essere elettrificata. Il nuovo arrivato sarà infatti disponibile come ibrido plug-in. E come suo cugino di Peugeot, avrà una duplice versione con due potenze, 180 e 225 CV. La batteria dovrebbe essere la stessa – 12,4 kWh – per un’autonomia elettrica a ciclo combinato WLTP di quasi 60 km. La nuova Opel Astra offrirà ancora motori termici convenzionali, benzina e diesel, ma con potenze modeste da 110 a 130 CV.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share