Alfa Romeo: tanta cassa integrazione in estate a Cassino

La produzione di Giulia e Stelvio potrebbe subire un ulteriore taglio
Alfa Romeo Cassino

La produzione delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio nello stabiliemnto di Cassino continua. Secondo alcune indiscrezioni trapelate dal sito laziale e non ancora confermate da decisioni dell’azienda, durante l’estate potrebbe esserci un massiccio ricorso alla cassa integrazione per Cassino con un conseguente ingente taglio alla produzione di Giulia e Stelvio.

Da inizio 2021, la produzione die due modelli Alfa Romeo viene effettuata su di un turno unico giornaliero e con 6-7 giorni di stop mensili. Per il mese di giugno, per ora, sono stati annunciati solo tre giorni di stop (28, 29 e 30) anche se potrebbe esserci un ricorso alla cassa COVID anche per il 1° giugno (un annuncio in tal senso potrebbe arrivare in queste ore) con chiusura dello stabilimento prolungata al 2 giugno e ripresa solo dal 3 giugno.

I piani produttivi non sono ancora stati confermati ma tra luglio e agosto si potrebbe registrare un notevole incremento del ricorso agli ammortizzatori sociali con un conseguente drastico taglio della produzione delle Alfa Romeo Giulia e Stelvio. In questo modo, la produzione verrà allineata a quelle che sono le effettive richieste del mercato per i due modelli.

La situazione è ancora da valutare e aggiornamenti potrebbero arrivare nel corso dei prossimi giorni. Al momento, come sottolineato in precedenza, le uniche informazioni ufficiali riguardano gli stop previsti per fine giugno. Il calendario effettivo della produzione verrà definito in futuro. C’è da valutare anche gli effetti della produzione sull’indotto, oramai in fortissima crisi. Un ulteriore taglio della produzione di Cassino nel corso dei prossimi mesi potrebbe essere drammatico.

alfa romeo giulia stelvio

Si aspetta il mese di ottobre per il rilancio di Cassino

Oramai non è un mistero che l’attesa salita produttiva di Cassino non riguarderà Alfa Romeo e le attività sulle linee di Giulia e Stelvio. Il progetto che avrà il compito di rilanciare le attività nello stabilimento laziale e in tutto l’indotto sarà il Maserati Grecale, D-SUV sviluppato su base piattaforma Giorgio.

Il nuovo Grecale entrerà in produzione nel corso del mese di ottobre. La data è stata confermata da diverse fonti sindacali nel corso degli ultimi mesi e, al momento, non sembrano esserci ritardi nella tabella di marcia. Dall’autunno, lo stabilimento di Cassino tornerà a crescere grazie all’attesissimo entry level di Maserati.

Per Giulia e Stelvio, invece, si attendono notizie sul restyling e sulle varianti mild hybrid che potrebbero contribuire alla crescita nei prossimi mesi. Maggiori dettagli arriveranno di certo a breve. Continuate a seguirci per saperne di più.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share