Ferrari 296 Spider: sarà questa la versione definitiva?

Il primo render della Ferrari 296 Spider
Ferrari 296 Spider: sarà questa la versione definitiva?
Ferrari 296 Spider: sarà questa la versione definitiva?

La Ferrari ha presentato di recente la sua ultima creazione chiamata 296 GTB. Non passerà molto tempo prima che sarà presentata anche una Ferrari 296 Spider e gli appassionati si sono divertiti ad immaginare un render di come possa essere la versione a cielo aperto. La 296 rappresenta il successore della Dino, e può sfruttare ben 818 cv disponibili solamente dal lato del motore termico.

Il motore è un capolavoro assoluto, non solo per le sue prestazioni, ma anche per come suona e quanto è efficiente. Aspettatevi che la Ferrari stravinca ancora una volta ai World Engine of the Year Awards. Ma mentre tutti aspettiamo una versione ufficiale, come già anticipato, qualcuno si è portati avanti provando a togliere il tetto da soli usando una buona dose di photoshop.

Come potrebbe essere la Ferrari 296 Spider

Il render è chiaramente ispirato alla SF90 Spider con una doppia gobba che prende il posto del tetto quando è ripiegato. Il render mantiene la forma della linea del finestrino vista sulla berlinetta, conferendo un aspetto simile a una visiera. Ci aspettiamo che sia presente anche una copertura del motore in perspex lucido, nonostante il tetto pieghevole hard-top. Tuttavia, vale la pena considerare che la Ferrari potrebbe optare per una capote. Il tetto potrebbe essere il solito tetto rigido e leggero per non rovinare l’estetica dell’auto quando viene chiuso.

Per quanto riguarda i cambiamenti rispetto alla coupé, probabilmente impareremo qualcosa su un nuovo sistema di gestione del vento per evitare fruscii aerodinamici nell’abitacolo e, supponendo che l’assetto esistente non sia abbastanza rigido, un po’ più di rinforzo per evitare le flessioni che si realizzano negli angoli dell’abitacolo. È probabile che le prestazioni siano quasi identiche, sebbene potremmo trovare una velocità massima leggermente inferiore e un peggioramento dell’accelerazione, il motore ibrido erogherà sempre la stessa potenza e difficilmente si avrà la sensazione di performance leggermente inferiori.

Infatti, parliamo di performance leggermente inferiori solo a livello di numeri, magari qualche chilometro orario in meno o qualche decimo in più per arrivare ai 100 km/h, ma niente di così evidente.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share