Binotto: “Un vero peccato” mettere in discussione la legalità del motore Ferrari

Il capo della Ferrari Mattia Binotto afferma che è un peccato che la legalità del suo design del motore sia messa in discussione
Mattia Binotto
Mattia Binotto

Il capo della Ferrari Mattia Binotto afferma che è un peccato che la legalità del suo design del motore sia messa in discussione perché il suo team dovrebbe essere “orgoglioso” del suo vantaggio. Numerosi concorrenti della Ferrari hanno chiesto chiarimenti alla FIA sulla legittimità delle tecniche che ritengono possano essere alla base delle prestazioni superiori del motore Ferrari.

La Ferrari ha affermato che accoglierà con favore una protesta formale in merito, in modo da potersi chiarire e dimostrare che i suoi critici si sbagliano. In Messico Binotto ha dichiarato: “Innanzitutto, tutti i team di F1 stanno lavorando molto duramente per ottenere vantaggi competitivi. Abbiamo lavorato molto duramente per migliorare il nostro pacchetto di unità di potenza che non era il migliore quando le normative sono entrate in vigore nel 2014.”

“Se siamo in vantaggio adesso, dovremmo semplicemente esserne orgogliosi. Dobbiamo essere chiari, è in qualche modo un peccato leggere ciò che ho letto su Internet o sui giornali. “Altri concorrenti hanno avuto un vantaggio in passato e nessuno ha dato la colpa a questo. Come Ferrari, quando abbiamo avuto uno svantaggio sull’unità di potenza, l’unica cosa che abbiamo fatto è stato sforzarci e cercare di affrontarla e migliorare la nostra unità di potenza. Sarebbe molto più giusto non leggere o ascoltare di questi commenti. “

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share