Ferrari

Vettel: “L’incremento di carico aerodinamico dal 2017 non è stato un errore”

Vettel: "L'incremento di carico aerodinamico dal 2017 non è stato un errore"

Sebastian Vettel ritiene che le modifiche al regolamento della Formula 1 che offrono un maggiore carico aerodinamico e quindi auto più veloci non sono state un errore dato che offre un supporto provvisorio al previsto cambiamento di regole del 2021. Il pilota Ferrari ha precedentemente affermato che le prospettive per la F1 dal 2021 in poi guideranno il suo futuro nello sport e riflettendo sulle regole presentate durante il Gran Premio degli Stati Uniti, è ansioso di capire come si svilupperanno le auto dalle “le idee sulla carta”.

Durante la presentazione delle regole del 2021 guidata da Ross Brawn ci sono state critiche pungenti sulle modifiche del 2017 che hanno portato ad auto con maggiore carico aerodinamico a causa dell’effetto negativo sul rendere più difficile l’inseguimento ravvicinato tra due auto in quanto si verifica una perdita stimata del 40% in carico aerodinamico per le auto che seguono. La prossima generazione di auto da F1 produrrà deportanza senza creare “aria sporca” per le auto dietro che si prevede causerà un calo minore del 5-10% di deportanza, secondo i dati forniti dalla Formula 1.

L’intervista a Vettel

Vettel ha sollecitato il cambiamento, è diffidente nel rendere le auto da F1 più pesanti, con le auto destinate a essere più pesanti di 25 kg a causa di nuovi pneumatici, cambi di telaio e materiali del motore. “Penso che le auto siano molto più spettacolari dal 2017. Ora sappiamo che le auto saranno piuttosto lente rispetto a prima“, ha detto il pilota tedesco della Ferrari. “Ovviamente abbiamo avuto pochissima resistenza aerodinamica ed è stato fantastico sul rettilineo, ma non è questo che ci entusiasma. La direzione sbagliata dal mio punto di vista è che le auto sono molto pesanti, legate in qualche modo ad alcune delle misure di sicurezza, e inoltre anche la power unit non mi convince. Mi sarebbe piaciuto anche avere un motore diverso. Questa è davvero la differenza più grande se fai un confronto con dove siamo ora e dove era la F1 20 anni fa e oltre. Penso che l’obiettivo che è stato fissato fosse quello di fare un passo avanti“, ha detto. “Ora abbiamo un’idea, penso che tutti stessero aspettando quel giorno e ora dobbiamo cercare di capire cosa significhi quell’idea. Ovviamente sulla carta le idee sembrano sempre fantastiche, ma penso che si materializzerà un po’ di più nelle prossime settimane. Vedremo. Alla fine della giornata, indipendentemente dall’aspetto delle auto, se la gara è più bella e per noi è più divertente allora ben venga. Quindi vedremo“.

Notizie Correlate
Ferrari

Arthur Leclerc approda alla FDA

Ferrari

Ferrari: "L'impegno di promuovere le donne pilota non è solo marketing"

Ferrari

Leclerc fa paracadutismo di segreto

Ferrari

Leclerc: "Mi piacerebbe provare la MotoGP, ma non sono sicuro che la Ferrari accetterebbe"