Un proprietario di Jeep Gladiator sostiene che il rivenditore ha annullato la garanzia per aver guidato nel fango

Jeep Gladiator
Jeep Gladiator

In teoria, una Jeep è qualcosa che si acquista in modo da poter guidare ovunque. Oltre il fiume e attraverso i boschi, attraverso paludi fangose ​​etc. Ma non bisogna esagerare per non finire come un proprietario di Jeep Gladiator che si è visto invalidare la garanzia del suo veicolo diventando troppo esuberante nel fango e ora sta valutando un’azione legale contro Fiat Chrysler.

Come sottolineato in un post di fine dicembre su JeepGladiatorForum.com, l’utente Gladiatrix ha acquistato un Gladiator Rubicon 2020 a luglio e in pochi giorni l’ha portato fuori per un test all’aperto. Durante detto test, ha guidato nel fango molte volte”, spruzzando fango sull’alternatore, presumibilmente causandone il guasto. Gladiatrix ha portato il pickup al rivenditore più vicino, Russell Westbrook Jeep a Van Nuys, in California, dove un tecnico ha previsto almeno $ 3.000 in riparazioni, che comprende l’alternatore, la batteria, il radiatore e forse altro. Piuttosto che pagare, Gladiatrix ha chiesto un secondo parere al rivenditore (non specificato) dove ha acquistato il veicolo, che ha addebitato una franchigia sull’alternatore ma ha ritenuto non necessaria altra manutenzione.

Gravi problemi, tuttavia, sono iniziati tre mesi dopo, quando l’elettronica del Gladiator ha iniziato ad andare in tilt. La prima a guastarsi è stata la luce del freno centrale, e da allora in poi sono arrivati ​​problemi con il sistema stop-start del motore. La cosa peggiore, però, era un problema con l’assale posteriore che si bloccava da solo, cosa che a volte è avvenuto in strade di montagna ma in alcuni casi anche in autostrada.

Gladiatrix è tornato dal concessionario a novembre ed è stato informato della necessità di un asse posteriore completamente nuovo, oltre a due nuove batterie. Non è stato possibile sostituirli in garanzia, tuttavia, a causa di una restrizione sulla garanzia, che sarebbe stata imposta dal rivenditore a luglio secondo quanto dichiarato da FCA. Quando è stato chiamato, il concessionario ha negato di avere il potere di annullare una tale restrizione, anche se in seguito FCA avrebbe detto a Gladiatrix che questo rivenditore aveva effettivamente applicato la restrizione e che la restrizione non sarebbe stata revocata perché era stato accusato di aver “sommerso” la loro Jeep nel fango.

Ti potrebbe interessare: Jeep ha grandi progetti per Wrangler e Gladiator

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share