Stellantis potrebbe segnare la fine per Chrysler e Lancia

Stellantis potrebbe portare alla fine del marchio Chrysler e potenzialmente anche di Lancia
Stellantis
Stellantis

Secondo quanto riferito, la fusione di Fiat Chrysler Automobiles (FCA) con il gruppo PSA sotto lo stendardo Stellantis , prevista per il completamento sabato prossimo (16 gennaio) , potrebbe portare alla fine del marchio Chrysler e potenzialmente anche di Lancia.

Secondo i rapporti dell’Associated Press (AP) e Automotive News, il terzo marchio più grande dietro Chevrolet e Ford rappresenta le vendite più basse all’interno del portafoglio americano di FCA poiché la gamma è composta dal Pacifica MPV, la vecchia 300 C che deriva dall’era Daimler-Chrysler e il Voyager che è considerato una versione entry-level della Pacifica.

Rispetto ai marchi più venduti di FCA lo scorso anno, Ram con 624.637 e Jeep con 795.306, le vendite di Chrysler sono diminuite del 13,1% da 126.972 a 110.285, una cifra inferiore solo a Fiat che ha registrato 4.304 vendite, un enorme calo del 53,2% rispetto al 9.204 registrati nel 2019. La terza casa automobilistica di FCA, Dodge, ha registrato vendite di 267.326 unità, con un calo del 36,7% rispetto alle 422.888 del 2019.

Insieme a Chrysler, anche il futuro di Lancia appare incerto poiché il marchio un tempo leggendario è attualmente presente solo in Italia con la sua unica offerta la Ypsilon che poggia sulla stessa piattaforma della precedente generazione di Fiat 500, e risale a una decina di anni fa, nonostante una serie di rinnovamenti e forti vendite.

Inoltre non sarebbe fuori pericolo nemmeno Dodge la cui formazione attuale, il Charger, Challenger e Durango, potrebbe avere un impatto sulle nuove normative sul consumo di carburante che saranno presto approvate dal governo degli Stati Uniti. Per ora, sembrerebbe che nessuna delle divisioni di PSA sia in pericolo di essere tagliata, anche se i rapporti dicono che alcune delle sue fabbriche in Europa potrebbero essere chiuse come parte dell’obiettivo di Stellantis di risparmiare 3,7 miliardi di euro.

“Non puoi essere efficiente in termini di costi se mantieni l’intera scala di entrambe le società”, ha affermato l’analista automobilistico Karl Brauer. Vedremo dunque cosa verrà deciso da Stellantis a proposito dei marchi Lancia e Chrysler nei prossimi mesi.

Ti potrebbe interessare: Stellantis dovrà gestire una capacità produttiva in eccesso

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
0
Share