Stellantis: nuovo stop per la produzione a Melfi

Continua il momento difficile del sito lucano
stellantis melfi

In attesa di capire se i rumors sul possibile taglio di una linea di produzione nel corso del prossimo futuro sono fondati, torniamo a parlare dello stato attuale dello stabilimento Stellantis di Melfi. Il sito produttivo, che fino a pochi mesi fa sembra essere al centro di un ambizioso programma di crescita come stabilito dal piano Italia di FCA, sta attraversando un momento difficile.

Lo stabilimento registrerà uno stop alla produzione per tutte le linee tra il 2 ed il 12 aprile. Secondo quanto riportato da Autonews, che cita fondi sindacali interne allo stabilimento, lo stop produttivo non è legato alla ben nota crisi legata alla carenza di semiconduttori che sta fermando diversi stabilimenti di Stellantis in tutto il mondo (negli USA sono già 5 i siti fermi per i problemi con i fornitori).

Lo stop della produzione a Melfi sarebbe legato ad un calo di vendite registrato dai tre modelli prodotti nello stabilimento. La crisi dovuta alla pandemia ha rallentato il mercato europeo delle quattro ruote e modelli come le Jeep Renegade e Compass oltre che la Fiat 500X stanno risentendo in modo particolarmente del momento difficile.

Per tutti gli oltre 7 mila lavoratori dello stabilimento di Melfi è previsto un periodo di cassa integrazione. Le attività produttive nel sito lucano dovrebbero ripartire regolarmente dal 13 aprile ma non è esclusa una nuova interruzione delle attività a causa dei problemi di fornitura di chip, un fenomeno che dovrebbe caratterizzare il settore auto ancora per molti mesi.

stellantis melfi
Melfi

La crisi di Melfi dopo mesi di produzione costante

La seconda metà del 2020 per Melfi è stata molto positiva. Lo stabilimento è uscito dalla crisi post lockdown dello scorso anno con un’attività lavorativa costante grazie, soprattutto, all’arrivo sulle linee produttive dei nuovi modelli previsti dal Piano Italia di FCA.

Dallo scorso anno, infatti, a Melfi si produce la Jeep Compass, precedentemente realizzata in Messico e poi importata in Europa. Dalla scorsa estate, inoltre, sono arrivate le varianti plug-in hybrid di Compass e Renegade che, sfruttando gli incentivi e la richiesta di modelli elettrificati in Europa, hanno subito fatto registrare risultati positivi.

Attualmente, la situazione sembra essersi complicata. Il calo di vendite di queste settimane ha causato un blocco della produzione ed, al momento, la ripresa non sembra essere immediata. Ricordiamo che il Piano Italia di FCA prevede ancora un ulteriore novità per lo stabilimento.

Nel corso della primavera o, più probabilmente, in estate arriveranno le varianti mild hybrid di Compass, Renegade e 500X che utilizzeranno i nuovi motori prodotti a Termoli. Queste nuove varianti dovrebbero garantire un ulteriore potenziamento dell’offerta che potrebbe tradursi in una crescita delle richieste.

Maggiori dettagli sulle vendite dei modelli Stellantis prodotti nello stabilimento di Melfi arriveranno nelle prossime settimane. Ricordiamo che la cassa integrazione, in via cautelativa, è stata estesa fino ad inizio maggio e dopo il 12 aprile potrebbero esserci altre giornate di stop produttivo.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share