Stellantis: ancora problemi con le forniture di componenti elettronici

Stop della produzione in uno stabilimento francese
stellantis

Continuano i problemi di approvvigionamento di Stellantis, alle prese con la carenza di componenti elettronici necessari per il completo assemblaggio delle vetture. L’azienda sta facendo i conti con questi problemi da diversi mesi. Problematiche simili sono state riscontrate anche da altri costruttori del settore automotive, in particolare in Europa.

Il nuovo stop della produzione dovuto alla mancanza di componenti elettronici viene registrato nello stabilimento di Mulhouse. Il sito, parte della rete produttiva di PSA in Europa, è sede della produzione della DS7 Crossback e della Peugeot 508. Al momento, lo stop della produzione è stato confermato soltanto per la giornata di oggi ma l’azienda non ha ancora confermato se domani ci sarà una regolare ripresa dell’attività.

La carenza di componenti elettronici sta rallentando le operazioni in diversi stabilimenti e il sito di Mulhouse, per ora, non ha ancora ottenuto il via libera per la ripartenza. Dalla Francia è arrivata la conferma dell’istituzione di un call center a cui i dipendenti dello stabilimento potranno rivolgersi per aggiornamenti in tempo reale sul calendario delle attività produttive.

Un problema simile a quello registrato a Melfi

Lo stop produttivo registrato nello stabilimento di Mulhouse in Francia è analogo a quello che ha causato il ricorso alla cassa integrazione a Melfi. Lo scorso mese di febbraio, ricordiamo, Stellantis annunciò la cancellazione del progetto del terzo turno di lavoro sulla Compass a Melfi avviando le pratiche per la richiesta di sei settimane di cassa integrazione. Successivamente, il ricorso agli ammortizzatori sociali è stato prorogato per ulteriori due settimane, fino al termine del periodo di festività pasquali.

In queste settimane, lo stabilimento di Melfi, sede di produzione delle Jeep Compass e Renegade oltre che della Fiat 500X, ha registrato alcuni stop di fermo produttivo che vanno a sommarsi alla cancellazione (o sarebbe meglio dire al rinvio a data da destinarsi) dell’aumento produttivo che era stato annunciato lo scorso autunno. Per il momento, Stellantis, tramite il suo CEO Tavares, ha confermato che sarà necessario attendere ancora diverse settimane, o forse addirittura mesi, prima di una completa risoluzione del problema legato all’approvvigionamento di componenti.

Maggiori dettagli sulla questione arriveranno, di certo, nei prossimi giorni. Nel frattempo, considerando che una risoluzione in tempi rapidi non è all’orizzonte, è probabile che nel prossimo futuro anche altri stabilimenti del gruppo registrino stop produttivi per mancanza di componenti. Continuate a seguirci per tutti gli aggiornamenti sulla questione.

Sembra che tu abbia bloccato le nostre notifiche!

AlfaVirtualClub.it è stato selezionato da Google News, se vuoi essere sempre aggiornato sulle nostre notizie premi sulla stellina in alto sull'app di Google NewsCI TROVI QUI

Articoli Suggeriti

Total
1
Share