Ferrari

Renault non dirà di no a Vettel se Ricciardo dovesse lasciare

Vettel Renault

Il boss della Renault di Formula 1 Cyril Abiteboul non ha escluso una mossa per Sebastian Vettel per il 2021 se Daniel Ricciardo dovesse lasciare la squadra. Ricciardo è uno dei principali piloti fuori contratto alla fine della stagione e le recenti speculazioni hanno continuato a collegarlo con un possibile cambio Ferrari per il 2021, in sostituzione di Vettel, il cui contratto scade anche ad egli alla fine dell’anno.

L’australiano ha scioccato il paddock di F1 quando ha lasciato la Red Bull per la Renault nel 2019, ma ha continuato a sopportare una prima stagione deludente con il produttore francese mentre è scivolato al quinto posto nel campionato costruttori.

Vettel in Renault? Perché no?

Non voglio dire di no perché è un grande pilota“, ha detto Abitebo al CANAL + show francese La Grille quando gli è stato chiesto se un accordo di scambio con la Ferrari gli sarebbe piaciuto. “È un grande campione, abbiamo lavorato insieme sul lato motore e abbiamo vinto insieme. Ma forse sono più ispirato a lavorare con i piloti di domani rispetto a ieri. Abbiamo anche un’accademia di giovani piloti“, ha aggiunto. “Abbiamo piloti che forse saranno pronti nel 2021 o nel 2022, quindi dobbiamo anche avere quella mentalità. Abbiamo creato la Renault Sport Academy nel 2016 con l’obiettivo di portare un pilota in Formula 1 nel 2021. C’è Christian Lundgaard, che è un’opzione tra le altre, ma ha la sua stagione di F2 da fare – e abbiamo una stagione con Daniel da fare.
Tuttavia, Abiteboul è convinto che Ricciardo voglia rimanere in Renault e vedere in primo luogo il progetto che lo ha attratto nella squadra di Enstone e dimostrare che i suoi dubbi si sono sbagliati.

Daniel sarà ovviamente qualcuno che è molto corteggiato da altre squadre“, ha spiegato. “Temo che le cose si muoveranno rapidamente, quindi dobbiamo essere molto attenti per non perdere opportunità per tenercelo. Penso che Daniel sia… molto legato alla sua decisione di andare alla Renault – che è stata fortemente criticata, in particolare da alcune parti della stampa britannica che non l’hanno capito. Penso che questa idea di costruire un progetto che comprenda il lato umano, tecnico e sportivo sia qualcosa di molto vicino al suo cuore. È qualcuno che è guidato dalle sue emozioni e penso che voglia dimostrare che può essere fedele alla sua scelta. Vuole dimostrare che la sua scelta [firmare per la Renault] è stata una buona scelta”.

Notizie Correlate
Ferrari

Ferrari GTC4Lusso: addio al sostituto della Ferrari FF

Ferrari

Ferrari nega che la GTC4Lusso stia uscendo di produzione

Ferrari

Ferrari esclude versioni ibride di Portofino e Roma

Ferrari

La versione più estrema della Ferrari 812 in dettaglio in nuove immagini