Mercato

PSA si offre di aumentare la capacità della Toyota per ottenere l’ok per l’UE per l’accordo con FCA

Fiat Chrysler e PSA

La casa automobilistica francese PSA si è offerta di aumentare la capacità di produzione della rivale giapponese Toyota nella sua joint venture nel tentativo di ottenere l’ok dell’antitrust dell’UE per il suo accordo Fiat Chrysler Automobiles. Persone che conoscono bene la questione lo hanno confermato venerdì. L’obiettivo è vendere una certa capacità di produzione di veicoli commerciali leggeri a Toyota, ha detto una delle fonti. Un’altra fonte ha detto che PSA avrebbe venduto i furgoni a prezzi prossimi al costo.

La Commissione europea è preoccupata che l’accordo possa danneggiare la concorrenza nei piccoli furgoni in 14 paesi dell’UE e in Gran Bretagna. Venerdì le case automobilistiche hanno presentato la loro proposta al responsabile della concorrenza dell’UE. PSA e Toyota collaborano dal 2012 nel segmento dei veicoli commerciali leggeri. Il gruppo francese produce furgoni per Toyota nello stabilimento di Hordain, nel dipartimento Nord.

Il segmento dei pick-up e dei furgoni è strategico per le case automobilistiche perché offre margini più elevati alle auto e consente il riempimento delle fabbriche. PSA ha offerto la concessione alla Commissione europea venerdì, tre mesi dopo che Bruxelles ha aperto un’indagine approfondita sulla proposta fusione con Fiat Chrysler. L’esecutivo dell’UE, che ha sospeso le indagini a luglio in attesa di ricevere le informazioni richieste alle due case automobilistiche, non ha fissato una data per la sua decisione.

PSA e Fiat Chrysler hanno annunciato a dicembre la loro intenzione di creare il nuovo numero quattro al mondo nell’industria automobilistica, ma la Commissione teme che la transazione danneggi la concorrenza nel mercato delle piccole utility in 14 paesi membri dell’UE e nel Regno Unito. In un comunicato stampa, PSA e Fiat fanno notare che la loro proposta di fusione ha ottenuto l’approvazione delle autorità garanti della concorrenza in 14 giurisdizioni e continuano ad aspettarsi che la transazione si concluda nel primo trimestre del 2021. Da parte della Commissione, viene indicato che il termine resta in sospeso. Bruxelles dovrebbe ora raccogliere le reazioni dei concorrenti e dei clienti di entrambi i gruppi prima di decidere di richiedere più concessioni, convalidare il progetto o rifiutarlo.

Ti potrebbe interessare: La fusione tra FCA e PSA procede bene per Manley

Notizie Correlate
Mercato

STEM rende omaggio alle donne leader aziendali di FCA

Mercato

Fiat Chrysler: ancora in alto mare le trattative con Unifor

Mercato

General Motors fa appello nella causa contro Fiat Chrysler

Mercato

Dodge Nitro e Chrysler Grand Voyager richiamati per gli airbag