Maserati Alfieri avrà un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 2 secondi
Maserati Alfieri avrà un'accelerazione da 0 a 100 km/h in 2 secondi

Maserati ha rivelato nuovi dettagli della sua supercar elettrica Alfieri, che sarà lanciata nel 2020. L’ auto accelererà da 0 a 100 km/h in soli 2 secondi e svilupperà una velocità massima di oltre 300 km/h. La Maserati Alfieri seguirà lo stile del prototipo introdotto nel 2014. La versione standard sarà costruita su un telaio modulare in alluminio leggero, che consente di camminare sia con il motore a combustione interna, sia in ibrido (con l’ utilizzo della doppia alimentazione), sia ad azionamento completamente elettrico e dunque zero emissioni.

Maserati Alfieri: 3 motorizzazioni

La società riferisce che l’ auto ibrida sarà di 175 chilogrammi più pesante della classica versione con motore a combustione interna. La futura Maserati Alfieri riceverà un sistema di trazione integrale e un sistema di distribuzione dinamica attivo della spinta.

Il primo motore V6, logicamente turbo che arriverà sul mercato, sarà disponibile in tre versioni di potenza: 410, 450 e 520 CV. L’ abitacolo avrà una versione ibrida ed elettrica, mentre non sarà prodotta, molto probabilmente la versione cabriolet.

La leadership di Maserati prevede anche di creare nuove generazioni della berlina full-length Quattroporte e del crossover Levante. Oltre a loro, un nuovo SUV più grande adotterà un’estetica simile alla Ghibli e potrebbe essere inclusa nella nuova flotta di auto. Ci sarà anche un nuovo crossover compatto per competere con la BMW X3, l’ Audi Q5, la Jaguar F-Pace e la Porsche Macan. Tutti questi modelli dovrebbero arrivare entro il 2022.

Il vero compito sarà quello di riuscire a dimostrare che le attuali gomme, semiassi e componenti meccanici saranno in grado di subire le sollecitazioni che comporta un’ accelerazione fino a 100 km/h da ferma in 2 secondi. Generalmente, il limite delle auto moderne è di 2.8 secondi, con qualche caso eccezionale di auto superleggere che hanno toccato i 2 secondi, ma appunto si tratta di vetture speciali e non omologate per la strada.