Charles Leclerc
Charles Leclerc

Charles Leclerc ha affermato che la sua fiducia in Sebastian Vettel non è stata scossa dal fatto che il suo compagno di squadra si sia rifiutato di eseguire gli ordini della squadra durante il Gran Premio di Russia. La Ferrari ha elaborato un piano per aiutare Vettel a superare Lewis Hamilton all’inizio della gara di Sochi, superando però così anche Leclerc che era partito in pole position con il tedesco che è passato dal terzo al primo posto alla curva 2.

Leclerc si è fatto sentire alla radio della squadra, chiedendo di essere lasciato passare da Vettel, il quale però ha detto che non lo avrebbe fatto a meno che Leclerc non fosse riuscito a raggiungerlo, con Hamilton in agguato dietro in P3. Alla fine la Ferrari ha preso in mano la situazione, facendo rientrare Vettel nei Box. Purtroppo però il successivo ritiro del tedesco con l’arrivo della Safety Car Virtuale hanno finito per favorire la Mercedes.

Nonostante le sue frustrazioni a metà gara, Leclerc afferma che sarà felice di fare nuovamente affidamento su Vettel in simili scenari futuri. “Penso che la fiducia non cambi e dobbiamo fidarci l’uno dell’altro, Seb e io”, ha detto Leclerc. “Penso che di solito sia importante per il team in alcune situazioni sapere che puoi contare sull’altra macchina, e viceversa – intendo in entrambi i modi. “Penso che sia molto importante, ma sì, la fiducia c’è ancora.”

Allo stesso modo, Leclerc ha affermato di essere sempre fiducioso che la Ferrari avrebbe cercato di riportarlo in testa alla corsa, una mossa che alla fine non si è concretizzata per il ritiro di Vettel che ha permesso a Hamilton di rimanere in testa e mantenere il comando della gara.

Leclerc ha dichiarato: “All’inizio, ovviamente, sono andato a sinistra per dare a Seb la scia. Sapevo che avrebbe sorpassato. Lo sapevamo. Come ho detto alla radio, ho avuto il 100% di fiducia nella squadra per fare come era stato concordato prima della gara, ed è quello che hanno fatto al pitstop”.