Mercato

La causa di Reid Bigland contro Fiat Chrysler rimarrà a Detroit

Fiat Chrysler

L’ex direttore delle vendite di Fiat Chrysler Automobiles, Reid Bigland, ha intentato una causa contro FCA che andrà avanti a Detroit. Il team legale di FCA ha tentato di spostare il caso in Delaware, cercando di convincere il tribunale a considerare il piano di incentivazione della FCA che elegge il Delaware come giurisdizione esclusiva per risolvere le questioni riguardanti detto piano di incentivazione.

Ricordiamo che questo processo è iniziato con Reid Bigland accusato dalla FCA di aver collaborato con le autorità nel processo che ha portato alla scoperta di manomissioni dei rapporti sulle vendite per anni, indicando una serie di 75 mesi di guadagni consecutivi che in realtà si sono conclusi molto prima. Presumibilmente, per rappresaglia e per aver venduto le sue azioni nella società, FCA ha trattenuto il 90% del suo stipendio. Quindi Bigland ha intentato causa nel Michigan e ora FCA voleva trasferirsi nel Delaware.

Un giudice del tribunale di Detroit ha ricordato che Reid Bigland vive nel Michigan e che il luogo in cui sono state commesse tutte le accuse e le presunte condotte di rappresaglia era Detroit, quindi sarà a Detroit che FCA saprà il suo destino. Ricordiamo che FCA ha già fatto un accordo con la SEC (CMVM) sulla falsa dichiarazione dei rapporti sulle vendite e sul modo in cui gli investitori sono stati indotti in errore, pagando 40 milioni di dollari.

Notizie Correlate
Mercato

Mike Manley afferma che Fiat Chrysler potrebbe acquistare la tecnologia Tesla

Mercato

Fiat Chrysler: trimestre positivo grazie alle forti vendite in USA

Mercato

Fiat Chrysler unisce le forze con Peugeot per creare la quarta casa automobilistica mondiale

Mercato

FCA e Università Bocconi premiano i vincitori di "Pay per Mile"