Ferrari

GP Stati Uniti, qualifiche: interviste Ferrari

GP Stati Uniti, qualifiche: interviste Ferrari

Il GP degli Stati Uniti sta già regalando delle sorprese. Dalla possibilità di ricevere una penalità per il cambio motore, alle ottime prestazioni durante le qualifiche che hanno piazzato le Ferrari in seconda e quarta posizione, il lavoro svolto dai meccanici è stato eccellente. Il Q3 è stato molto intenso: i piloti Ferrari avevano ciascuno due set di pneumatici Soft per la parte finale della sessione. Al primo giro Vettel ha fatto un 1:32.041, a soli 12 millesimi da Bottas, mentre il Monegasco ha registrato un 1:32.227. Sul secondo set, Vettel non è stato in grado di andare più veloce rispetto al giro precedente, come è stato anche per Bottas, ma Charles è migliorato a 1:32.137, che non era abbastanza per prendere il terzo posto in griglia, a soli 41 millesimi da Max Verstappen.

GP Stati Uniti: le interviste

Sebastian Vettel: “Domani in griglia, sarò a otto metri da Valtteri, il che sembrerà strano dato che il divario oggi in qualifica era decisamente più piccolo! 12 millesimi è davvero molto poco e quindi posso sicuramente dire di essere stato un po’ sfortunato. Devo ammettere che, al mio primo tentativo, potevo essere ancora un altro po’ più veloce, poiché il mio obiettivo era quello di migliorarmi con il secondo tentativo. Sfortunatamente, sono stato un po’  troppo aggressivo e forse la pista era diventata un po’ più lenta ed è lì che mi è sfuggito il tempo che avrebbe potuto mettermi in pole. Non è male essere in prima fila qui, come è stato dimostrato dalla partenza di Kimi l’anno scorso. Sarà importante ottenere tutto subito all’inizio e non commettere errori quando si tratta della nostra strategia di pneumatici. Abbiamo visto domenica scorsa che a volte correre un rischio può ripagare, quindi studieremo la situazione molto attentamente prima della partenza. Il ritmo di gara di venerdì non è stato così forte, ma penso che tutti gli aspetti dell’auto siano migliorati oggi, quindi dovremo solo vedere dove siamo in gara“.

Charles Leclerc: “Ho perso un po’ di tempo in pista questo fine settimana, avendo perso metà della FP1 e l’intera FP3 oggi, quindi le qualifiche non sono state così facili. Non è l’ideale, ma fa parte delle corse. Dopo il Q2, ero un po’ più fiducioso nella macchina, ma nel Q3 i nostri avversari erano troppo veloci. Mi aspettavo di meglio, ma penso che oggi possiamo essere soddisfatti della P4 se prendiamo in considerazione tutti i vari fattori. La mia attenzione è ora spostata sulla gara. La partenza è sempre difficile qui e spero che ci presenterà alcune opportunità. La pista è piuttosto accidentata, ma mi piace perché rende le cose interessanti. Il modo in cui affronti con i dossi influisce sul bilanciamento della vettura, quindi è qualcosa che puoi influenzare come pilota. Il nostro ritmo di gara non è stato il migliore ieri, quindi abbiamo lavorato sulla macchina e sono ottimista sul fatto che i cambiamenti che abbiamo apportato ripagheranno“.

Mattia Binotto: “Oggi le qualifiche sono state molto serrate, che penso sia buono per la lotta, è buono per lo sport, ma come Ferrari siamo un po’ delusi, perché Seb era così vicino alla pole position. È stato un peccato che Charles non sia stato in grado di prendere parte alla sessione mattutina a causa del problema al motore. Significa che non ha avuto tempo di capire bene la macchina dopo le modifiche al set-up che avevamo apportato dall’oggi al domani, sono sicuro che avrebbe fatto un lavoro molto migliore con più tempo in pista. Domani sarà una lunga gara e avremo bisogno di un buon inizio e di una buona strategia per fare bene. Speriamo che ci saranno alcune battaglie emozionanti per offrire un grande spettacolo ai fan. Sarà importante per i piloti ottenere subito il ritmo, mentre il degrado delle gomme sarà un fattore chiave. Credo che siamo migliorati da ieri e sono sicuro che i nostri piloti sono in grado di sfidare i loro avversari. È vero che siamo partiti in prima fila alcune volte senza vincere, quindi vediamo se questa volta possiamo cambiare le cose“.

Notizie Correlate
Ferrari

Vettel: "Sono stato conservativo nel primo giro del Q3"

Ferrari

Vettel: "Non posso essere felice delle qualifiche fatte nel 2019"

Ferrari

GP Stati Uniti: Leclerc evita la penalità dopo la sostituzione del motore

Ferrari

"Non siamo sicuri che la Ferrari possa eguagliare il passo gara della Mercedes ad Austin"