Ferrari

GP Italia: le prove libere del venerdì per la Ferrari

GP Italia: le prove libere del venerdì per la Ferrari

GP Italia, 6/09. La prima sessione è iniziata sul bagnato, con Charles e Sebastian che hanno montato pneumatici full wet per i loro installation lap, prima di passare agli intermedi. Ci sono state tre bandiere rosse quando le macchine sono uscite di pista che limitavano la quantità di pista umida che correva. Verso la fine, era abbastanza asciutto per le slick e Charles e Sebastian sono scesi in pista per impostare i loro tempi migliori. Il monegasco ha fatto 20 giri, il migliore è un 1:27.905 mentre Sebastian ha segnato un 1:30.507.

Nella seconda sessione di 90 minuti, tutti erano su slick, consentendo a tutti i piloti di utilizzare pneumatici per condizioni di asciutto e quindi Charles e Sebastian sono stati in grado di valutare tutte le mescole disponibili, perfezionare le impostazioni e affrontare le pesanti esigenze di frenata del tracciato di Monza. Hanno lavorato per prepararsi alla gara e alle qualifiche, quando hanno fatto i loro migliori giri. Charles ha fermato il cronometro a 1:20.978. È stato l’unico pilota a scendere sotto il muro dell’ 1:21, mentre Sebastian è stato il terzo più veloce con 1: 21.179. La parte successiva della sessione è stata dedicata a ai long run e alla fine Leclerc ha completato 37 giri e Sebastian 39.

GP Italia: intervista a Leclerc e Vettel

Charles Leclerc: “È stata una sensazione speciale guidare per la Ferrari a Monza per la prima volta. In realtà ho potuto vedere i tifosi tifare per noi dalle tribune mentre guidavo, ed è semplicemente fantastico essere qui. La giornata è andata abbastanza bene. Anche se è bello essere i più veloci, non credo che abbiamo una vera immagine dell’intera situazione, ma a causa delle difficili condizioni che abbiamo affrontato oggi in pista. Nella FP1, eravamo molto competitivi, specialmente sugli intermedi, il che è positivo. Tuttavia, i tempi sul giro delle gomme asciutte nelle FP2 non sono realmente rappresentativi e dobbiamo continuare a lavorare e capire dove possiamo guadagnare ancora un po ‘di tempo. I nostri concorrenti sono veloci e dobbiamo ancora vedere il loro pieno potenziale. La macchina si guidava bene. In termini di ritmo di gara, non siamo ancora al punto in cui eravamo a Spa. Sul ritmo delle qualifiche, abbiamo anche del lavoro da fare e faremo di tutto per fare un buon lavoro domani“.

Sebastian Vettel: “La giornata è stata ok, ma possiamo ancora ottenere di più dalla macchina. La FP1 è stata un po’ una sessione scadente, con tutte le squadre che si sono spente non appena la luce è diventata verde dopo ogni bandiera rossa. Ho il solito ritmo di un venerdì, ma la cosa principale è che abbiamo fatto qualche giro decente e sappiamo dove sono i nostri punti deboli e su cosa concentrarci. Per le qualifiche, dobbiamo vedere come saranno le condizioni, quanto dovremmo essere cauti nel giro di andata e come funzioneranno le gomme. Poi lo prenderemo da lì. È bello se si ottiene una scia qui intorno e la priorità è ottenere un giro perfetto. Prima della gara, vuoi solo migliorare l’auto e renderla più veloce in generale, perché hai bisogno di un’auto che ti permetta di avere una buona prestazione risparmiando anche le gomme. Abbiamo del lavoro da fare e so che puoi trovare di più per domani“.

Notizie Correlate
Ferrari

Vettel: "Non posso essere felice delle qualifiche fatte nel 2019"

Ferrari

GP Stati Uniti: Leclerc evita la penalità dopo la sostituzione del motore

Ferrari

"Non siamo sicuri che la Ferrari possa eguagliare il passo gara della Mercedes ad Austin"

Ferrari

Ferrari vuole chiarimenti della FIA sulla legalità del suo motore